Facebook punta sull’adv video in-stream: ora acquistabili pre-roll e mid-roll

A pochi giorni dal lancio di Watch, il social rende indipendente la vendita di tali formati pubblicitari da quella degli spot in-feed. Gli annunci potranno essere erogati sulla piattaforma, su Audience Network o su entrambi

di Alessandra La Rosa
22 agosto 2017
facebook-generica

Che già da qualche tempo Facebook stesse puntando gli investimenti pubblicitari televisivi, era cosa nota. E in questi ultimi giorni, il social network lo sta ulteriormente confermando. Pochi giorni fa il lancio di Watch, la sua nuova piattaforma dedicata ai video: una via di mezzo tra Netflix e YouTube perfettamente integrata all’interno del social (su mobile, desktop e smart tv) e grazie a cui gli utenti possono accedere a serie a episodi, show di intrattenimento ed eventi sportivi. Adesso l’annuncio di una novità sul fronte adv.

Da oggi, infatti, la piattaforma consentirà ad agenzie media e aziende di poter scegliere se acquistare inventory video in-stream solo sul social, solo su Audience Network, o su entrambi. Indipendentemente dall’acquisto di altri posizionamenti video. Fino ad ora tali formati in-stream potevano infatti essere comprati solo come parte di pacchetti che comprendevano anche annunci video sul Newsfeed.

Secondo la stessa Facebook, la mossa risponde a un’esigenza precisa dei propri advertiser, che da tempo sottolineavano il bisogno di avere più opzioni di scelta per i loro investimenti video. “Mentre espandevamo il nostro range di opzioni pubblicitarie video, gli inserzionisti ci dicevano di volere maggiore controllo su dove i loro annunci venivano erogati – nel News Feed o in-stream all’interno di un contenuto video. A partire da oggi, daremo la possibilità agli advertiser di erogare le loro pubblicità video specificamente su posizionamenti in-stream su Facebook, sull’Audience Network o su entrambi”, recita il blog post ufficiale.

Come osserva Adweek con una deliziosa metafora, gli inserzionisti potranno mangiare al ristorante Facebook scegliendo le loro pietanze preferite invece di doversi accontentare del menu fisso.

Sembra dunque che Facebook stia decisamente puntando su formati “attaccati” a contenuti video, come i mid-roll, che sul social hanno fatto il loro debutto solo da qualche mese. E del resto, anche grazie a iniziative come Watch, l’inventory in-stream della piattaforma sta raggiungendo un livello di scalabilità tale da poter consentire la vendita indipendente di questi posizionamenti, staccata da pacchetti video che tengono conto anche dei formati standalone in-feed.

Le aziende che vorranno acquistare formati video in-stream potranno scegliere di erogare le loro campagne come mid-roll all’interno di contenuti video live o on-demand su Facebook, o come pre-roll o mid-roll all’interno del bacino di siti e app esterni Facebook Audience Network.

A livello di pagamenti e reportistica, riporta il Wall Street Journal, tali posizionamenti in-stream seguiranno le stesse condizioni di quelli in-stream. Ad esempio, gli inserzionisti potranno scegliere se pagare solo quando i loro annunci vengono visti almeno 10 secondi, anche se in questo caso dovranno pagare un prezzo più alto.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.