Facebook, il punto sulle novità degli spot mid-roll

Il social ha iniziato a testare i mid-roll all’interno dei propri contenuti video non live, e ha esteso i requisiti per l’inserimento del formato nelle sue dirette. Debuttano ufficialmente anche i commercial in-stream all’interno dell’Audience Network

di Alessandra La Rosa
24 febbraio 2017
facebook-video

Quella che prima era solo un’indiscrezione (leggi l’articolo) ora è finalmente ufficiale: Facebook ha iniziato a testare i mid-roll all’interno dei propri contenuti video.

Ad annunciarlo è lo stesso social network: la fase di test del formato pubblicitario – uno spot posizionato all’interno di un contenuto video non live – è appena partita con un selezionato gruppo di inserzionisti americani. Confermato anche il business model, una condivisione delle revenue tra il creatore del contenuto, cui va il 55% del guadagno, e Facebook, che prende il restante 45%.

Facebook ultimamente è particolarmente impegnata sul fronte video, e non a caso il social ha annunciato anche altre novità in questo campo. Innanzitutto, l’estensione della possibilità, per pagine e profili, di inserire i mid-roll all’interno dei loro Facebook Live, ma anche l’apertura degli spot in-stream a tutti gli editori qualificati del suo Audience Network.

Mid-roll all’interno di Facebook Live: ecco i requisiti necessari

Non tutti i creatori di dirette live su Facebook possono inserire annunci all’interno dei loro filmati. Facebook ha fatto chiarezza sui requisiti necessari per essere autorizzati a farlo.

Solo le pagine e i profili statunitensi che hanno almeno 2 mila follower e hanno attratto almeno 300 viewer contemporaneamente su una loro diretta nel mese precedente sono autorizzati a inserire annunci mid-roll nei loro streaming. Se una pagina non ha ancora raggiunto 300 viewer concomitanti su una diretta, ma è eleggibile secondo le altre condizioni, può inserire mid-roll dal giorno successivo. Se la pagina rispetta tutti i requisiti ma è segnalata come contraria agli standard della comunità di Facebook, non potrà inserire annunci.

Le pagine eleggibili riceveranno una notifica sulla possibilità di utilizzare “break pubblicitari” nelle loro future dirette live. Tuttavia, non potranno posizionare in mid-roll in qualsiasi momento dello streaming: il video dovrà essere in diretta per almeno 4 minuti, e dopo ogni intervallo pubblicitario il creatore del contenuto dovrà aspettare almeno 5 minuti prima di poter inserire un nuovo spot. I commercial potranno durare fino a 20 secondi.

Debutto ufficiale per gli spot in-stream nel Facebook Audience Network

Diventano realtà, dopo una fase di test durata quasi un anno (qui il nostro articolo), gli spot in-stream all’interno del Facebook Audience Network. I commercial che appariranno all’interno dell’ad network non potranno essere saltati se sono più brevi di 30 secondi; i commercial più lunghi potranno invece essere “skippati” dopo 10 secondi.

Gli spot saranno tutti erogati di default con suono attivato, ma non partiranno automaticamente quando visualizzati all’interno di un articolo, e potranno solo apparire all’interno di video in autoplay se il video player è il principale elemento della pagina internet. In questo caso, saranno posizionati come pre-roll o mid-roll, e il video player dovra essere largo almeno 500 pixel su desktop o 300 pixel su mobile, e supportare le specifiche VPAID di IAB.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.