Facebook lancia la sfida a YouTube: accordo pluriennale con Universal Music

Sul social, oltre che su Instagram e Oculus, sarà possibile visualizzare legalmente clip e altri contenuti musicali degli artisti dell’etichetta. Una nuova fonte di contenuti video per la piattaforma

di Alessandra La Rosa
22 dicembre 2017
facebook-universal-music

Finora Facebook e la musica erano stati due mondi distinti e separati, ma da oggi sono molto più vicini. Il social network di Zuckerberg ha infatti siglato un accordo di licenza globale pluriennale con Universal Music Group, compiendo di fatto il suo primo passo nel business musicale.

Grazie all’accordo, gli iscritti a Facebook potranno visualizzare in maniera legale i video musicali degli artisti dell’etichetta – tra cui ci sono star del calibro di Jay-Z, Rihanna e Justin Bieber – e altro tipo di contenuti sul social network, oltre che su Instagram e Oculus. “In virtù di questa partnership – si legge su una nota ufficiale – gli utenti potranno caricare video che contengono musica autorizzata e personalizzare le loro esperienze musicali su Facebook, Instagram e Oculus, allo stesso tempo condividendo i video con i loro amici e famiglie. Più avanti, le funzionalità verranno ampliate consentendo l’accesso a una vasta libreria di musica su una serie di strumenti social”. “In futuro – prosegue la nota – le società faranno degli esperimenti a quattro mani per introdurre nuovi prodotti basati sulla musica sulle piattaforme di Facebook, incluso Messenger, con l’obiettivo di catalizzare l’innovazione e sviluppare una nuova generazione di prodotti capaci di attirare al meglio il pubblico social”.

Di fatto, la mossa costituisce una sfida a YouTube, finora il social più usato per la visualizzazione di video musicali. Proprio in questi giorni la piattaforma di Google aveva stretto analoghi accordi con la stessa Universal e con Sony Music Entertainment.

Ma al di là della “concorrenza”, per Facebook la partnership con la major discografica costituisce un modo per potenziare ulteriormente la propria offerta video. La possibilità di caricare video musicali degli artisti Universal porta infatti una nuova fonte di contenuti sulla piattaforma social, il che a sua volta contribuisce a tenere per più tempo gli utenti sulla piattaforma e ad attirare nuovi inserzionisti pubblicitari. Proprio a proposito di pubblicità, qualche giorno fa Facebook ha annunciato una serie di novità per quanto riguarda gli spot adv ospitati sui suoi spazi, tra cui nuove regole per i mid-roll e l’apertura ai pre-roll da 6 secondi sui contenuti della sezione video Watch (leggi l’articolo dedicato).

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.