Facebook batte le attese nel Q4 2018. L’adv tocca quota 16,6 miliardi di dollari

Positivi i numeri sull’utenza, che in Europa ritorna in crescita dopo i cali degli scorsi trimestri. I ricavi pubblicitari aumentano del 30%, il 93% viene da mobile

di Alessandra La Rosa
31 gennaio 2019
mark-zuckerberg
Mark Zuckerberg

Il 2018 non è stato certamente un anno tranquillo per Facebook, che ha dovuto combattere con vari scandali sul fronte dati che la stanno vedendo protagonista anche in questo inizio 2019 (oggi è venuto fuori che la società avrebbe pagato alcuni utenti, anche minorenni, per raccogliere informazioni dai loro telefoni e dalle loro attività su internet) e con una progressiva fuga di manager, tra cui i cofondatori di WhatsApp e Instagram.

Ma nonostante ciò, il social ha battuto le stime degli analisti con le sue performance di fine anno. I numeri relativi al bilancio dell’ultimo trimestre 2018 hanno infatti visto l’azienda raggiungere i 16,91 miliardi di dollari di ricavi (+30% anno su anno), contro i 16,39 miliardi stimati da Wall Street. I profitti di Facebook sono aumentati del 61% anziché del 49% previsto dagli analisti, raggiungendo i 6,88 miliardi di dollari. Gli utili per azione sono stati pari a 2,38 dollari contro i 2,18 dollari attesi. Dati positivi che hanno fatto balzare del 7% il titolo di Facebook in Borsa.

In crescita gli utenti

Anche i numeri relativi all’utenza, ultimamente il “tasto dolente” della società, hanno mantenuto un trend in ascesa, sebbene rallentato. Sia gli utenti attivi giornalieri che quelli mensili hanno rispettato le stime, crescendo entrambi dell’1,8% rispetto al trimestre precedente e dell’8,6% anno su anno. Il social conta 1,5 miliardi di utenti attivi giornalieri, di cui 282 milioni in Europa, dove il numero – in calo nei precedenti trimestri – ha ripreso a crescere.

Migliori di quanto previsto dal mercato i ricavi medi per utente, arrivati a quota 7,37 dollari, in aumento del 21% sul trimestre e del 19% sull’anno.

In occasione della comunicazione dei dati di bilancio, Zuckerberg ha reso noto che le Storie su Instagram contano oggi oltre 500 milioni di utenti attivi giornalieri, e il COO Sheryl Sandberg ha aggiunto che la funzione Storie di Facebook sulle sue varie app ha oltre 2 milioni di inserzionisti.

La società ha inoltre detto che circa 2,7 miliardi di persone usano Facebook, Instagram, WhatsApp o Messenger ogni mese, con 2 miliardi di persone che utilizzano almeno una di queste app ogni giorno. Il CFO David Wehner ha detto che in futuro la società potrebbe divulgare solo questo dato aggregato di utenza, invece di divulgare numeri specifici sulla singola app di Facebook.

Il business pubblicitario

Per quanto riguarda la pubblicità, la raccolta ha raggiunto la cifra di 16,640 miliardi di dollari, in aumento del 30% anno su anno. Di questa cifra, circa il 93% viene da mobile (nel Q4 2017 era l’89%). Di seguito la ripartizione per aree geografiche.

fb-q4-2018-adv

Soddisfatto ovviamente Zuckerberg: «La nostra comunità e il nostro business continuano a crescere – ha dichiarato -. Abbiamo fondamentalmente cambiato il modo in cui guidiamo la nostra azienda per focalizzarci sui grandi problemi sociali, e stiamo investendo ancora di più sulla costruzione di nuovi e stimolanti modi per connettere le persone».

I numeri dell’esercizio 2018

Nell’occasione, sono stati comunicati anche i numeri relativi all’esercizio 2018. I ricavi complessivi hanno raggiunto i 55,8 miliardi di dollari (+37% sul 2017), di cui 55 provenienti dalla vendita di pubblicità (+38%).

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.