Facebook: nuove funzionalità e metriche per gli annunci video

Sottotitoli automatici, nuove opzioni di reportistica e di acquisto, e l’integrazione con Moat per rendere più efficaci le comunicazioni video degli inserzionisti

di Lorenzo Mosciatti
10 febbraio 2016
Facebook video ads

Recenti ricerche dimostrano una più rapida fruizione dei contenuti su Facebook da mobile rispetto al desktop. Le persone guardano ogni giorno oltre 100 milioni di ore di video su Facebook.

Partendo da questo presupposti, la società americana ha reso ora disponibili nuove funzionalità per gli annunci video, incluso l’auto captioning per i video senza audio per consentire agli advertiser di comunicare più velocemente il proprio messaggio e catturare l’attenzione del pubblico attraverso i video.

L’auto captioning consente di produrre sottotitoli per gli annunci video offrendo agli advertiser la possibilità di rivederli, modificarli e salvarli. Studi hanno dimostrato che quando gli annunci video visualizzati da mobile partono in automatico con l’audio, l’80% reagisce negativamente, sia nei confronti della piattaforma sia nei confronti dell’inserzionista. Grazie ai sottotitoli, gli advertiser sono invece in grado di aumentare il tempo di visualizzazione dei video di circa il 12%.

Prima, gli inserzionisti potevano aggiungere i sottotitoli ai video solo attraverso embedding o caricando i file con i sottotitoli. Presto potranno scegliere l’integrazione automatica. Questo strumento genera sottotitoli per gli annunci video e li offre agli inserzionisti per rivederli, editarli e salvarli.

Facebook ha inoltre introdotto nuove opzioni di monitoraggio e di acquisto per gli annunci video. Grazie alle nuove metriche, gli inserzionisti possono vedere la percentuale di persone che ha visualizzato i video con l’audio in Page Insights e saranno presto in grado di vederla anche in Ads Insights.

Faceboook ha poi annunciato che l’integrazione con Moat per gli analytics degli annunci video (qui l’articolo dedicato) è disponibile ora in tutto il mondo, per consentire la misurazione degli annunci su Facebook tramite terze parti indipendenti.

Infine, il 100% dell’opzione di in-view buying annunciata a settembre è disponibile in tutto il mondo. Anche se il 90% delle ad impression su Facebook sono 100% in-view, è stato aggiunto il 100% dell’opzione di in-view buying per offrire più controllo agli inserzionisti.

«I migliori marketer sono storyteller e hanno sempre adattato il loro lavoro per adeguarlo al medium più importante del loro tempo. Oggi è il video su mobile. E un efficace video su mobile non richiede l’attenzione delle persone, ma la merita», ha commentato Mark D’Arcy, Chief Creative Officer, Creative Shop, Facebook. «Da un punto di vista creativo, il video su mobile si basa sulle abilità e sull’esperienza che abbiamo sviluppato nel settore e le comprime in una nuova forma progettata per collegare immediatamente con un pubblico di riferimento; chiamiamo questa connessione 3-second audition. Questo tipo di audition si realizza spesso senza audio, pertanto è importante utilizzare grafiche e sottotitoli in grado di comunicare la nostra storia in modo tale che risuoni ovunque, in qualsiasi momento».

 

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.