• Programmatic
  • Engage conference

26/05/2015
di Alessandra La Rosa

Twitter interessata ad acquisire Flipboard per 1 miliardo di dollari

La piattaforma costituirebbe per il social network un modo non tanto per ampliare la propria user base, ma per monetizzarla meglio, con una più ampia offerta pubblicitaria

Flipboard1.jpg

Da tempo i risultati di Twitter non soddisfano gli analisti di Wall Street e in quel di San Francisco ultimamente si stanno cercando nuove soluzioni per aumentare il numero degli utenti e le possibilità di monetizzazione. Tra queste soluzioni potrebbe esserci una possibile acquisizione di Flipboard, la piattaforma nata nel 2010 che permette di "sfogliare" le notizie di argomenti preferiti e i post degli amici sui social come fossero un magazine elettronico, creando così la propria rivista social personalizzata. A riportare la notizia è il sito Re/code, che, citando varie fonti vicine al social network, spiega che Twitter avrebbe valutato la piattaforma oltre un miliardo di dollari. Twitter e Flipboard non sono esattamente due entità sconosciute l'una all'altra. Negli ultimi tempi, infatti, hanno dato il via a diverse attività di partnership, tra cui l'ultimo accordo siglato prevede che i "promoted tweet" possano essere ospitati anche sulla piattaforma di Flipboard. Le discussioni per una possibile acquisizione sarebbero partite all'inizio di quest'anno, anche se attualmente sembrerebbe stiano vivendo una fase di stallo. Flipboard ha tra i suoi fondatori Mike McCue, ex membro del board di Twitter, e oggi ha un valore stimato di 800 milioni di dollari e, al 2014, 100 milioni di utenti attivi. L'eventuale acquisizione non porterà a un aumento immediato degli utenti di Twitter, anche perchè è probabile che molti degli utenti del social siano anche utenti della piattaforma. Entrambi infatti sono utilizzati, vista la loro natura, soprattutto da persone particolarmente "affamate" di news digitali. Vero è che l'operazione potrebbe portare Twitter a concorrere a un servizio simile a quello degli Instant Articles da poco lanciati da Facebook, con conseguenti nuove possibilità per monetizzare il proprio traffico. Non è escluso, infatti, che l'intenzione di Twitter sia quella di utilizzare Flipboard come uno spazio aggiuntivo dove posizionare pubblicità: la piattaforma da qualche tempo ospita annunci adv al suo interno, in forma di video ads e di "promoted items", simili a quelli offerti da Twitter. Nella corsa all'acquisto, comunque, Twitter ha validi concorrenti. Sembra infatti che siano interessati a Flipboard anche Google e Facebook.

Periscope arriva su Android

Intanto, a tre mesi dal lancio, Twitter implementa una delle sue recenti acquisizioni più di successo. Periscope, infatti, sbarca sui device Android, con una versione ad hoc. Periscope per Android supporta tutte le feature principali che gli utenti di Periscope hanno imparato ad apprezzare: si possono attivare broadcast pubblici o privati (riservati a utenti specifici), abilitare la possibilità di commentare solo a chi si segue e interagire con un utente che sta facendo un live streaming chattando e inviando “cuoricini”. Inoltre, gli utenti Android hanno un maggiore controllo sulle notifiche push di Periscope, come ad esempio le “First Time Broadcast notifications” (quando un utente che già  si segue su Twitter trasmette su Periscope per la prima volta)  e le “Share notifications” (quando qualcuno che si segue su Periscope condivide il live streaming di qualcun altro). E l'app per Android offre anche la “Resume notification” che permette all’utente di tornare a seguire un live streaming che ha dovuto interrompere (per esempio a causa di una telefonata o di un messaggio). Infine, i replay vengono salvati senza richiedere al broadcaster di fare upload del file. Questo permette di risparmiare sia tempo sia traffico dati.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI