• Programmatic
  • Engage conference

09/02/2021
di Andrea Di Domenico

Pinterest amplia l'offerta a creator ed editori con i Pin Storia

Graficamente sono simili al formato popolare su FB e Instagram ma non hanno una durata limitata nel tempo. Tanti gli strumenti espressivi per i creator

Le Storie arrivano su Pinterest

Le Storie arrivano su Pinterest

Anche Pinterest si apre al formato “Storie” con il lancio dei “Pin Storia”, già messi a disposizione di un certo numero di creator italiani in versione beta. 

Anche il social dei “Pin” - che però preferisce definirsi “motore di ricerca” - introduce quindi la propria versione del format ormai onnipresente nel panorama delle applicazioni “sociali”. Ma se da un punto di vista grafico e della modalità di presentazione, i “Pin Storia” non si discostano molto da quando siamo abituati a vedere su Facebook, Instagram o Snapchat, la versione Pinterest delle Storie presenta alcune specificità, tra cui quella che non si tratta di contenuti “a tempo”.


Leggi anche: PINTEREST, COME è ANDATO IL BUSINESS NEL 2020


Il motivo è da ricercarsi nella natura di Pinterest: questo social, usato da oltre 400 milioni di utenti nel mondo per trovare e condividere contenuti capaci di fornire ispirazione, è caratterizzata da un consumo meno “compulsivo” rispetto al altri omologhi come, per esempio, Instagram. I Pin Storia, di conseguenza, non sono contenuti che rimangano visibili solamente per un periodo limitato prima di scomparire. Si tratta piuttosto un nuovo format espressivo, più "libero" (quantomeno rispetto agli standard, piuttosto “rigidi” da questo punto di vista, di Pinterest) che consente a creator e agli editori la possibilità di condividere facilmente storie coinvolgenti e di varie tipologie, usando video, voci fuori campo, tag ad altri utenti e sovrapponendo testi e immagini

In Italia, tra i creatori di contenuti che hanno potuto accedere in anteprima ai Pin Storia ci sono influencer come Clio Zammatteo, Simone Rugiati, Joe Bastianich e Benedetta Rossi, ma anche alcuni partner editoriali come Condé Nast Italia (Vogue Italia, Vanity Fair Italia, La Cucina Italiana), Hearst Italia, MyPersonalTrainer.


Leggi anche: INTERVISTA A CLIOMAKEUP: «INFLUENCER MARKETING? IL SEGRETO È L'AUTENTICITÀ»


“L'introduzione di questo nuovo formato interattivo e coinvolgente rende Pinterest una piattaforma ancora più innovativa e creativa. Trovo che i Pin Storia diano maggiori possibilità di interazione ai Pinner, che hanno accolto le novità con grande interesse e partecipazione", ha detto Clio Zammatteo, nota anche come ClioMakeUp. Da oggi, i Pinner in Italia visualizzerranno i Pin Storia su iOS, Android e sul web.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI