• Programmatic
  • Engage conference

06/03/2019
di Alessandra La Rosa

Instagram testa i "Branded content ads" degli influencer

La soluzione consentirà alle aziende di promuovere i post brandizzati creati dagli influencer. Una mossa che punta a promuovere collaborazioni "formali" tra imprese e creatori di contenuti

In occasione di un evento con la stampa americana, Instagram ha annunciato di stare testando un nuovo modo per i brand di promuovere i post creati dagli influencer. La nuova offerta che il social sta mettendo a punto si chiama "Branded content ads", ed è parte di una più ampia strategia volta a promuovere collaborazioni "formali" tra brand e creatori di contenuti. Fino ad ora, le aziende potevano commissionare ad utenti popolari di Instagram dei post cosiddetti "brandizzati" dietro compenso, ma i questi post "commerciali" potevano raggiungere solo i follower dell'utente testimonial. Adesso invece, tramite i "Branded content ads", sarà possibile per i brand promuovere questi contenuti così come fanno già per altro tipo di annunci sulla piattaforma. Il formato vuole essere un modo, per brand ed influencer, di rendere più "formali" e dunque trasparenti le loro collaborazioni. Quello di post apparentemente normali ma che in realtà nascondono fini commerciali è stato ed è tuttora un problema di svariati social network: una pratica non corretta che disturba gli utenti e che d'altro canto rivela poco controllo da parte delle piattaforme le quali, pur mettendo a disposizione degli influencer specifici tag per segnalare contenuti brandizzati, non possono verificare la buona fede dei post che non contengono tali etichette.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI