• Programmatic
  • Engage conference

08/02/2019
di Alessandra La Rosa

Gruppi e messaggi: le novità di Facebook per le aziende

I profili dei brand potranno accedere a Gruppi esterni. La funzione per le chat permetterà alle imprese di gestire l'invio di messaggi diretti da un'unica piattaforma

Facebook ha annunciato una serie di novità per le aziende presenti sulla sua piattaforma. Innanzitutto, grazie all'arrivo di nuove funzioni, anche i profili aziendali saranno in grado di accedere ai Gruppi. Le community chiuse costruite intorno a un interesse comune sono state create nel 2010 ma fino ad ora la partecipazione ad esse era solo appannaggio degli utenti privati. I brand potevano solo creare Gruppi attraverso le proprie Pagine, ma non entrare in Gruppi esterni. Di fatto, per i brand i Gruppi possono costituire un importante strumento di aggragazione di utenti fidelizzati, che spesso è più difficile raggiungere attraverso una semplice Pagina senza dover investire a livello pubblicitario. Il social ha anche annunciato un nuovo sistema unificato di messaggistica dedicato alle aziende, che consente loro di comunicare con i propri consumatori sia su Instagram che su Facebook da un unico posto. Direttamente dalla propria Pagina Facebook, i brand potranno gestire l'invio di messaggi diretti su ciascuna piattaforma. La novità, che attualmente non comprende WhatsApp (almeno, non ancora) e che inizialmente sarà attiva solo in USA e in Brasile, si allinea all'intenzione, ufficializzata recentemente dallo stesso Zuckerberg, di voler unificare le tre piattaforme di chat che fanno capo a Menlo Park - Messenger, Instagram e WhatsApp (con inevitabili conseguenze anche per gli inserzionisti). All'epoca dell'annucio, Zuckerberg aveva detto che il processo di integrazione era ancora alle primissime fasi, e che sarebbe stato presumibilmente completato entro la fine del 2019 o al massimo all'inizio del 2020. Tuttavia, la novità di oggi sottolinea quanto la società si stia attivamente impegnando per rendere concreto il piano.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI