• Programmatic
  • Engage conference

14/02/2019
di Simone Freddi

Da sportivi a influencer: Randstad lancia un corso di personal branding dedicato agli atleti

Realizzato in collaborazione con la digital agency Disko e con il contributo di Facebook Italia, il progetto formativo NETwork vuole aiutare gli atleti a ottenere il massimo dalla loro presenza online

Fabio Costantini

Fabio Costantini

Cristiano Ronaldo è l'esempio più fulgido, ma il fenomeno è generale e sotto gli occhi di tutti: un atleta che punti a una carriera di successo deve imparare a vincere non solo sul terreno di gioco, ma anche nell’arena dei social media. Partendo da questo presupposto, Randstad, società leader al mondo nei servizi per le risorse umane, in collaborazione con la digital agency Disko e con il contributo di Facebook Italia ha ideato NETwork, un percorso formativo per aiutare gli sportivi (ma anche le organizzazioni sportive e agli stessi sponsor) ad acquisire le competenze digitali necessarie a comunicare attraverso i canali online, cogliendone le opportunità e minimizzando i rischi. Il progetto Randstad NETwork è stato presentato oggi a Milano nella sede di Facebook Italia. «Oggi - ha detto Fabio Costantini, Chief Operation Officer di Randstad HR Solutions - la partita di uno sportivo si gioca anche fuori dal campo, sulle reti social, dove può comunicare direttamente con la propria community di fan, promuovere i suoi successi, gestire eventuali momenti di crisi». Con NETwork, ha spiegato il manager, «abbiamo voluto mettere la nostra competenza ed esperienza nell’orientamento e nella formazione professionale a disposizione degli sportivi ancora in attività, che impareranno a raccontare e a valorizzare la propria immagine online, agli sponsor degli atleti, ai club e alle federazioni, che avranno a disposizione testimonial più visibili, preparati e allineati ai loro obiettivi di business». Il progetto prevede sei giornate di formazione in aula fra maggio e giugno con docenti, aziende e professionisti del marketing digitale. L'obiettivo è insegnare ai partecipanti come monitorare la propria presenza social, come diventare un influencer e accrescere il proprio valore di mercato nel mondo sportivo e delle sponsorizzazioni, gestire i propri account social in modo professionale, proteggere la propria identità digitale e porre le basi per un’eventuale carriera post-sportiva. La presentazione del corso è stata impreziosita dalla partecipazione della campionessa di tuffi Francesca Dallapè e del pallavolista Matteo Piano, che hanno raccontato le proprie esperienze suoi social media (entrambi superano i 100 mila follower su Instagram). «Il fan contemporaneo – ha detto Massimo Cortinovis, Ceo di Disko e coordinatore del corso – si rivolge principalmente ai media digitali ed in particolare ai social network per cercare un contatto con i suoi idoli, alla ricerca di informazioni, intrattenimento, ispirazioni, insegnamenti. E' diventato quindi imprescindibile e parte della professionalità di un atleta saper usare questi canali di relazione in maniera seria e professionale, per poter valorizzare al meglio la propria identità».

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI