• Programmatic
  • Engage conference

21/11/2018
di Alessandra La Rosa

Anche LinkedIn ha le sue Storie: arrivano le "Student Voices"

Il social network dei professionisti si apre al celebre format dei video effimeri, con una soluzione attualmente in fase di test. Ecco di cosa si tratta

Nessun social è immune dalla febbre "Storie". Così, dopo Snapchat, Instagram, Facebook, Messenger e WhatsApp, ora anche LinkedIn, la piattaforma per i professionisti, si appresta ad accogliere il format dei video "effimeri". Secondo quanto riporta TechCrunch, cui l'indiscrezione è stata confermata dallo stesso social network, LinkedIn avrebbe in piano di realizzare le sue Storie, partendo da un primo format appositamente creato per gli studenti universitari americani e chiamato “Student Voices”. Il format, che appare in cima alla home page del social, consente agli studenti di postare brevi video (non foto) all'interno di un contenitore chiamato Campus Playlist, su cui spariranno dopo una settimana. I video resteranno invece permanentemente visibili sul profilo dell'utente, all'interno della sezione Recent Activity. Per il momento, LinkedIn non pensa di inserire pubblicità tra una clip e l'altra. La nuova funzione, secondo quanto spiega un portavoce di LinkedIn, è attualmente in fase di test, ed è volta a consentire agli studenti di arricchire il proprio profilo con le loro esperienze accademiche, come progetti e stage lavorativi. A ben pensarci, qualcosa di molto diverso dall'uso delle prime Storie lanciate da Snapchat, in cui i ragazzi postavano video imbarazzanti destinati a sparire dopo poche ore, senza il rischio di macchiare la reputazione online dei diretti interessati.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI