Branded Content of the Week – La sensibilizzazione sul femminicidio passa anche dal web

La rubrica di BizUp è dedicata, questa volta, all’infografica realizzata dalla facoltà di Psicologia dell’Università Niccolò Cusano

di engage
20 luglio 2016
Engage-450x365-femminicidio

In questi giorni sta avendo particolare rilievo l’infografica  Stop alla violenza contro le donne. Dati e analisi per un cambiamento realizzata dalla facoltà di Psicologia dell’Università Niccolò Cusano.

Questo branded content dell’Ateneo romano evidenzia come il femminicidio è una delle piaghe più cupe e preoccupanti della società contemporanea, un fenomeno in crescita in Italia e nel mondo. Secondo la mappa riportata nella prima parte dell’infografica, a livello mondiale la percentuale di donne che hanno sperimentato una violenza fisica o sessuale almeno una volta nella propria vita è superiore al 30%. Le percentuali più elevate si registrano in Australia (68%), Asia (67%) e Africa (64%).

Engage-300x250-femminicidio

In Italia, in particolare, il numero di femminicidi nel 2015 è calato del 6,5% rispetto al 2014, 128 contro 136: in media, una donna ogni tre giorni è stata assassinata dal proprio marito o compagno. Secondo fonti ministeriali, nei primi 6 mesi del 2016 i casi di femminicidio sono stati 36, quasi il 23% in meno rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Un dato confortante, ma non per questo inconfutabile, che ci si augura incoraggi ancora di più l’azione di prevenzione e contrasto del fenomeno.

Scorrendo l’infografica è possibile osservare come nel nostro Paese le donne vittime di stalking siano circa 3,5 milioni, quasi la metà rispetto a coloro che subiscono violenza fisica o sessuale. I casi più frequenti di violenza psicologica si verificano al Sud e nelle Isole e – dato allarmante – la quasi totalità delle donne è paralizzata di fronte all’ossessione e alla instabilità dei propri uomini: solo il 12% di loro ha infatti il coraggio di denunciare.

Chiudono l’infografica di Unicusano una mappa con la distribuzione sul territorio dei centri antiviolenza, oltre ad alcune indicazioni per affrontare questo problema che, in molti casi, si radicalizza anche attraverso l’uso dei social network.

Infografica_femminicidio_1407 (1)

 

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.