• Programmatic
  • Engage conference

A cura di

21/03/2019
di engage

Audio: la rivoluzione digitale

Negli ultimi tempi si sente sempre più parlare di Audio Digitale. Da cosa è spinto questo trend? Che cosa è possibile definire Audio Digitale?

Sulla fine dello scorso anno, grandi aziende come Amazon e Google hanno iniziato a comunicare in maniera più che decisa i loro nuovi prodotti: gli smart speaker. L’obiettivo chiaro è quello di indurre nel consumatore un nuovo bisogno, usare la voce per dare istruzioni ed usare l’ascolto per ricevere informazioni. Se ci pensate, gli smart speaker hanno messo al centro della nuova comunicazione, quella verso la tecnologia, i due ‘strumenti’ di comunicazione che tutti possediamo in natura. La voce, l’ascolto. E tutto questo per consentirci uno stile di vita più libero: non c’è più bisogno di sedersi davanti ad un pc per cercare informazioni, non c’è più bisogno di puntare gli occhi su uno schermo. In qualche modo possiamo dire che sulla fine dello scorso anno è iniziata una lenta rivoluzione che potrebbe assecondare il cambiamento dei nostri stili di vita. La parola chiave di questo cambiamento è “audio”. digital-audio Proviamo a vedere assieme quali sono stati i primi segnali di questo cambiamento. Il primo passo è senza dubbio la diffusione degli smartphone, che ha segnato un importante cambiamento degli stili di vita. Alla diffusione degli smartphone ha fatto seguito una maggiore accessibilità alle connessioni internet, grazie a reti sempre più potenti e costi sempre più bassi, siamo arrivati a diventare, in poco tempo, utenti mobile & always connect. Alla diffusione dei devices e delle reti, è seguita la possibilità di usufruire di contenuti estremamente popolari, in maniera semplice ed estremamente economica. Se all’inizio erano contenuti video messi a disposizione su piattaforme come Youtube, con gli smartphone e le connessioni mobile è arrivata la musica, con piattaforme come iTunes e Spotify, offrendo agli utenti librerie sconfinate di contenuti musicali. Fruizione-Digital-Audio La sfida è salita ad un livello più elevato quando sulle autovetture di nuova generazione sono iniziati a comparire i primi sistemi di connessione tra gli smartphone e gli impianti di diffusione. Oggi possiamo collegare in maniera semplice il nostro telefono all’impianto stereo della nostra vettura ed ascoltare i contenuti che abbiamo sul nostro smartphone anche mentre viaggiamo. È successo quindi che è diventato possibile ascoltare i contenuti che eravamo soliti ascoltare fuori dalla vettura anche a bordo. Ed è diventato possibile ascoltare le nostre emittenti radiofoniche preferite anche fuori dall’automobile grazie alle applicazioni create degli editori radio. Qualunque contenuto è sempre a nostra disposizione. Ascolta "VoiceMax" su Spreaker. Ma cos’ha ancora di più rispetto ai video ed al testo, l’audio? La compatibilità con qualunque altra attività svolgiamo. Un contenuto audio possiamo ascoltarlo in auto, in metropolitana, in ufficio, al supermercato, a casa, in camera da letto. L’audio può arrivare a raggiungere un livello di intimità con l’utente che, forse, nessun altro strumento può raggiungere. Arriva direttamente alle nostre orecchie, mentre viviamo la nostra vita. E tutto questo è l’audio digitale: tutto ciò che ascoltiamo grazie ad una connessione ed un device digitale. E questo, è senza dubbio lo strumento più mobile & always connect che esista. Davide Schioppa