Saltare i pre-roll? Un’abitudine consolidata tra gli utenti. Ecco come i brand possono evitarlo

Uno studio di IPG Mediabrands ha rivelato che il 76% dei consumatori salta gli spot perché è un’abitudine, e lo fa non appena può. Meglio ricorrere a spot brevi, e con un buon grado di storytelling

di Alessandra La Rosa
17 febbraio 2017
mobile-video-tablet

Saltare gli spot “skippable”? Per molti utenti è un’abitudine radicata. E’ quanto rivela una ricerca di Magna e Media Lab di IPG Mediabrands.

Secondo lo studio, il 76% dei consumatori ha rivelato di saltare gli spot perché è un’abitudine, e di farlo subito appena può. Il motivo principale per cui uno spot viene visto nella sua interezza è la sua rilevanza per l’utente, e il fatto che lo spettatore sia effettivamente “in-market” per il prodotto o servizio pubblicizzato (ossia che abbia più propensione di altri ad acquistare il prodotto pubblicizzato). Un pubblico “in-market” infatti è più influenzato da pre-esistenti affinità con il brand, mentre gli altri tendono maggiormente ad interrompere lo spot appena possibile.

Ma ci sono comunque delle soluzioni alla questione, come spiega Kara Manatt, Senior Vice President-Intelligence Solutions Strategy di Magna. «Se saltare un annuncio pubblicitario è un’abitudine radicata, spot più concisi, capaci di suscitare emozioni e con un buon livello di storytelling possono aiutare le aziende a stabilire una connessione più profonda col loro pubblico».

Meglio dunque utilizzare, suggerisce lo studio, spot da sei secondi, non “skippable”, che garantiscono un sostanziale aumento delle metriche sia nella parte alta che in quella bassa del funnel, da eventualmente affiancare alle campagne pre-roll saltabili per avere delle performance migliori.

Gli spot “saltati”, infatti, hanno comunque un valore: la ricerca ha dimostrato che la gente in ogni caso presta attenzione agli spot pre-roll, e ne ricorda i brand pubblicizzati. Ovviamente, il valore aumenta in proporzione a quanto di quello spot viene guardato.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.