Report Influencer Marketing: qual è il ruolo e la situazione in cui operano i creator?

L’analisi, realizzata dall’ONIM, punta i riflettori sul ruolo e sul lavoro degli influencer, generalmente giovani, poco retribuiti e che preferiscono la creazione dei contenuti per i brand

di Teresa Nappi
26 luglio 2019
Influencer-marketing

Uno spaccato su chi dà vita ai contenuti al centro delle attività di Influencer Marketing: i creator. Questo è l’obiettivo del nuovo report realizzato dall’ONIM (Osservatorio Nazionale Influencer Marketing), intitolato “Influencer Marketing Report – Creator”.

Secondo il report, quello degli influencer è un ruolo giovane: il 38,3% risulta Under 20, cifra che tocca quota 60% se si considera il cluster Under 30. Giovane anche l’attività: il 58,5% dichiara di operare come creator da meno di un anno. Accanto a questi, con il secondo dato per rilevanza, le figure “storiche”, che operano cioè da 4 anni.

Tra i settori non stupisce il peso di quelli più noti, fashion (20,3%), lifestyle (19,2%) e travel (15,2%) su tutti. Staccati food & beverage (7,8%), beauty (8,8%) e tecnologia (5,8%), settori invece estremamente richiesti e rilevanti per i brand e i loro progetti di Influencer Marketing come dimostrato dal primo report ONIM.

Instagram si conferma il canale dell’Influencer Marketing. Oltre la metà degli intervistati (53,2%) dichiara infatti di essere fortemente attivo su tale piattaforma.

Quali sono le attività preferite dagli influencer?

La creazione dei contenuti per i brand resta la forma di collaborazione preferita dagli influencer, seguita dalla partecipazione agli eventi (meno considerata, ma sempre d’appeal) e dai progetti di ambassadoring che permettono agli influencer maggiore stabilità economica e la possibilità di essere più coinvolti nel progetto.

Interessante riflettere sull’alto gradimento ottenuto dal vivere un’esperienza originale, plus che spinge gli influencer ad accettare più facilmente una collaborazione e a vederli sicuramente più impegnati nella stessa.

Il tipo di collaborazione desiderato dagli influencer rispecchia in modo abbastanza fedele la realtà. Sono infatti la creazione di contenuti, gli eventi e i progetti di ambassadoring la tipologia di collaborazione maggiormente proposta dai brand.

ONIM-Collaborazioni-preferite

Dati interessanti sono relativi alle collaborazioni mensili realizzate. Se il 72,7% degli intervistati realizza infatti da 1 a 3 progetti mensili, c’è un 20,7% che ne porta avanti tra i 3 e i 7.

ONIM-collaborazione-media

Certamente sorprendente, ma anche preoccupante, il 4,1% registrato da chi realizza da 7 a 10 progetti mensili e il 2,5% addirittura oltre i 10. Un eccesso che rischia di incrinare la reputation dell’influencer e far perdere credibilità a lui e ai progetti in essere con i brand.

Professione influencer: un traguardo difficile

A ribadire ancor di più come il mercato italiano degli influencer sia ancora lontano da un reale professionismo è la limitata adozione da parte di questi di agenzie e team che li supportino nel loro lavoro e nella gestione dei progetti con i brand. Solo l’8,3% dichiara infatti di aver compiuto questa scelta.

ONIM-agenzia-si-no

Un dato ribadito anche da chi, tra i creator, riesce a mantenersi con la propria attività. Accanto alle figure più celebri e discusse esiste una maggioranza (83%) che non riesce a mantenersi con le attività da creator.

Un monito importante per i tanti che vedono sempre di più l’influencer come mestiere del futuro: affermarsi realmente (non solo a livello di performance) in questo scenario è un obiettivo più complesso di quello che si possa pensare.

Solo un minimo 16,5% degli intervistati dichiara di richiedere “Sempre” una retribuzione, mentre c’è addirittura un 24% che risponde “Mai”. La maggioranza (il 43,8%) si attesta su un “A volte”, che ben dimostra i passi necessari che queste figure devono compiere verso il professionismo. Una retribuzione che, quando avviene, è per lo più sotto forma di contributo economico (38,1%) o di prodotti omaggio (26,1%) ed esperienze gratuite (19,3%).

ONIM-richiesta-retribuzione

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.