Interact 2018: la pubblicità online in Europa sale a 48 miliardi di euro nel 2017

Video, social e mobile display trainano la crescita del mercato del digital advertising continentale, i cui nuovi dati sono stati presentati nell’ambito dell’evento in corso a Milano. L’Italia è il quinto Paese per valore della spesa

di Simone Freddi
23 maggio 2018
interact-ricerca
Daniel Knapp a Interact 2018

Distrupt, Adapt, Reivent”: questo il titolo scelto per la prima “italiana” di Interact, la conferenza annuale di IAB Europe che quest’anno si svolge a Milano e ha aperto i battenti martedì al Superstudio Più di via Tortona.

Tra le novità del quadro normativo (GDPR tra tutte), la rapidissima evoluzione di media e tecnologie e la posizione sempre più dominante delle big company internazionali, sono davvero tante le questioni sul tavolo degli operatori del settore pubblicitario, che si trovano di fronte a un punto di svolta per certi versi davvero “epocale”. «Oggi è ormai chiaro che le gradi compagnie globali come Google Facebook e Amazon dettano le regole del gioco nel rapporto con i consumatori» ha avvertito Rob Norman, former global chief digital officer di GroupM, chiamato a tracciare lo scenario in apertura di evento.

«Europa e Stati Uniti stanno provando a mettere nuove regole per le attività di queste aziende, ma è difficile, anche perché ormai i consumatori farebbero fatica ad accettare un mondo senza i loro servizi», ha osservato Norman, che ha invitato operatori e aziende a «puntare sui dati e dar vita a strategie di distribuzione e comunicazione multipiattaforma: è l’unica strada per restare rilevanti».

In questo contesto di crescente complessità, certo le aziende non hanno smesso di investire in comunicazione online. In particolare, sono video, social e mobile display a trainano la crescita della spesa in tutta Europa, arrivata a 48 miliardi di euro nel 2017 grazie a un balzo del 13,2% rispetto al 2016.

«Negli ultimi 5 anni, il valore del mercato è raddoppiato», ha annunciato martedì a Milano Daniel Knapp di IHS Market, a Interact 2018 – l’appuntamento più importante di IAB Europe, per la prima volta ospitato da un città italiana – illustrando i nuovi dati della ricerca AdEx Benchmark, che tiene conto degli investimenti in 27 Paesi europei.

Continua quindi a crescere a due cifre la crescita della pubblicità online nel vecchio continente, compensando le perdite dei media tradizionali, tanto che quest’anno il valore totale del mercato pubblicitario in Europa ha toccato il nuovo massimo storico a 117,2 miliardi di euro, recuperando totalmente il gap accumulato durante gli anni di crisi iniziati nel 2009.

Per quanto riguarda i singoli mercati, l’Italia resta in quinta posizione a livello continentale, dietro a Regno Unito, Germania, Francia e Russia, in virtù di un tasso di crescita che nel 2017 è stato del 12,3%, pressoché in linea con la media europea de 13,2%, e una spesa pro-capite in advertising online superiore alla Russia allineata a quella della Spagna ma inferiore ai livelli dei mercati più grandi e di quelli nordeuropei.

Tra i grandi trend europei 2017, spicca la crescita del mobile, che ormai assorbe circa il 40% della spesa complessiva sia nell’ambito della display sia nell’ambito della Search, e l’aumento della spesa in pubblicità video (con l’oustream a +73%) che accelera a un tasso quadruplo rispetto alla display “non video”. L’Italia, peraltro, vede la spesa in video pesare ben il 35,8% del totale display: si tratta del tasso più elevato tra i Paesi considerati, dopo quello della Gran Bretagna.

Svariati i temi sul tavolo di Interact 2018, che nell’agenda della due giorni vede la partecipazione di ospiti di rilievo come Evgeny Morozov, esperto di nuovi media, giornalista e sociologo critico verso le piattaforme digitali e il loro impatto sociale, Giovanni Buttarelli, garante europeo per la protezione dei dati personali, Randall Rothenberg, Presidente e CEO IAB US, Franck Sineau, Media Group Director Richemont, Barbara Sala, CSE Connection e Media Director Coca -Cola Italia, Ben Sutherland, Chief Digital Officer Diageo, Bastien Parizot, Global Head of Consumer Engagement & Personalization Nestlé, e tanti altri. Di seguito, alcuni approfondimenti (in aggiornamento).

Approfondimenti da Interact 2018:

Teads, in arrivo il formato video per mobile “inRead 6”

Chiapponi, Italiaonline: «L’Italia è il place to be per chi crede in tecnologia e innovazione»

Dupasquier, Tradelab: «Personalizzazione e conoscenza sono la chiave per salvare la pubblicità digitale»

Roberto Dragone, Mediamond: «In programmatic il 25-30% della nostra raccolta display»

Randall Rothemberg a Interact: «Siamo nell’era dei “Direct Brands”»

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.