IPG Media Lab indaga le anime “social” dei consumatori

Lo studio, in collaborazione con 140 Proof, rivela che l’utilizzo alle piattaforme 2.0 è consapevole e differenziato. Da qui la necessità, per i marketer, di un nuovo approccio nel capire gli interessi del pubblico

di Rosa Guerrieri
24 giugno 2014
social ricerca ipg

Dimmi come usi i social network e ti dirò chi sei.

IPG Media Lab, divisione di IPG Mediabrands, ha elaborato un nuovo studio in collaborazione con 140 Proof, società specializzata nell’analisi dei diversi canali social. La ricerca, incentrata sulle modalità degli utenti di condividere i loro interessi sui diversi social network, evidenzia una sorta di “disciplina” da parte degli utenti nella gestione della propria presenza social: la scelta delle persone con cui connettersi, del cosa si condivide e di come si interagisce rispondono ad un approccio consapevole e differenziato a seconda delle piattaforme.

Oggi la tendenza dominante tra gli utenti dei social network è l’utilizzo di più canali. Più della metà della popolazione adulta che usa internet negli Stati Uniti è presente su due o più piattaforme sociali a seconda degli interessi (comScore, marzo 2014), con il 23% presente addirittura su sette o più piattaforme. Lo studio ha intervistato 500 persone maggiorenni, identificando quelle attive su due o più social network come Facebook, Twitter, LinkedIn e Pinterest. Oltre alla ricerca quantitativa, sono stati analizzati i “diari digitali” di ogni persona, con lo scopo di comprendere quale ragione spinga le persone a mantenere più profili sociali e di fornire preziosi insight alle aziende su come intercettare al meglio questi utenti multi-piattaforma.

«La ricerca evidenzia la nostra necessità, in quanto operatori di marketing, di evolvere il nostro approccio nel capire gli interessi dei consumatori – ha dichiarato Kara Manatt, v.p., Consumer Research Strategy IPG Media Lab -. Se vogliamo comprenderli a fondo, come individui, non possiamo fare affidamento su un unico social network per avere un quadro completo. Ogni social network può offrire un elemento di quel puzzle».

Ecco i principali risultati dello studio:

  • “Like” e “follow” non sono per sempre: il 61% degli utenti multi-piattaforma smettono di seguire un brand se questo non è più rilevante per loro.
  • Social è mobile e mobile è social: il 67% degli intervistati dichiara di usare i propri account social per registrarsi alle app relative a notizie, musica e gaming e il 91% ritiene un valore aggiunto potersi connettere ad altre applicazioni tramite i propri account social. Questo permette a un gran numero di applicazioni di beneficiare di un pubblico targettizzato in maniera molto sofisticata.
  • Le persone cercano cose diverse su piattaforme diverse: gli utenti multi-piattaforma entrano su ciascun network per motivi diversi. Degli intervistati, il 56% utilizza quattro o più piattaforme sociali, mentre il 23% anche più di sette. Inoltre, il 60% degli intervistati ha affermato di essere in contatto con diversi tipi di persone, media e brand su diverse piattaforme sociali, il che significa che gli utenti operano scelte precise, manifestando diversi aspetti della propria personalità su network diversi, in maniera specifica.
  • Le connessioni social sono visibili tra le piattaforme: la proliferazione dei social network ha portato gli utenti a connettersi a diversi tipi di persone su piattaforme diverse. Gli utenti che ne usano più di una, selezionano i network in base alla natura del rapporto che vogliono intrattenere su quella piattaforma. La totalità degli interessi di un individuo non può essere dedotta da un’unica piattaforma: il 43% degli intervistati si trova d’accordo nel ritenere che una conoscenza più approfondita di loro stessi può essere ottenuta seguendoli su più piattaforme. Una percentuale simile ha affermato che le persone che li seguono sui social network li conoscono meglio dei loro amici che non lo fanno.

A questo link è possibile leggere lo studio completo.

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.