Internet e social media, quanto influenzano gli investitori?

Secondo la “Survey of Investment Community 2014” di Brunswick, il 70% degli investitori ritiene che i media digitali giocheranno, in futuro, un ruolo sempre più importante. Blog specializzati, real-time news e Twitter in evidenza
di Lorenzo Mosciatti
04 marzo 2014
web generica

Qual è l’influenza dei media digitali sulle azioni degli investitori istituzionali? E’ questa la domanda a cui da quattro anni cerca di rispondere Brunswick Group, società di consulenza in comunicazione corporate presente anche in Italia con sedi a Roma e Milano, attraverso la “Survey of Investment Community 2014”.

A partire da un benchmark iniziale stabilito nel 2009, la ricerca esamina i mutamenti dei diversi fattori che influenzano le azioni e le decisioni d’investimento raccogliendo le opinioni di analisti e investitori istituzionali attivi in Nord America, Europa e Asia (quest’anno gli intervistati sono stati circa 500).

La tendenza, chiaramente rilevata dalla ricerca, è di un aumento della rilevanza dei media digitali. Blog specializzati e servizi di real time-news a pagamento stile Bloomberg, in particolare, sono tenuti sempre di più in considerazione dagli investitori, il 70% dei quali concorda ritenere che i media digitali giocheranno, in futuro, un ruolo sempre più importante nelle decisioni d’investimento. Tra i social media, Twitter sembra avere un ruolo particolarmente rilevante.

In generale gli investitori, come rivela l’indagine, continuano a considerare le società fonte primaria d’informazioni per le proprie decisioni e raccomandazioni d’investimento. Comunque, l’interazione degli analisti e degli investitori con i media digitali continua a crescere in quasi tutte le categorie e gli investimenti sono guidati sempre più da una maggiore presenza online delle società.

Secondo quanto rielevato dai ricercatori di Brunswick Group “i media digitali influenzano sempre più le decisioni in merito agli investimenti, in quanto gli investitori tengono in sempre maggior considerazione i media digitali per raccogliere informazioni e raccomandazioni sugli investimenti. Quest’anno, il 58% degli intervistati ha dichiarato di aver approfondito un argomento tramite un blog e il 27% ha detto di aver effettuato un investimento dopo aver prima letto una notizia su un blog”.

Ecco alcuni tra i principali insight raccolti dalla ricerca, da cui è stata estratta anche un’interessante infografica che pubblichiamo sotto.

  • Il 70% degli investitori ritiene che i media digitali giocheranno un ruolo sempre più importante riguardo agli investimenti.
  • Il 29% degli investitori segue e approfondisce notizie trovate su servizi di micro-blogging quali Twitter.
  • L’influenza di Twitter sta aumentando, anche grazie alle integrazioni su altre piattaforme quali Bloomberg.
  • Gli intervistati hanno dato un ranking medio di 1.9 alle informazioni raccolte direttamente dalle società, più alto di qualunque altra fonte (più bassa la cifra, più influente la fonte).
  • Il 35% degli investitori considera i servizi real time quali Bloomberg tra le fonti più utili al proprio lavoro, in crescita rispetto al 22% dell’ultimo questionario.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.