(INFOGRAFICA) Il 19% degli italiani usa il web per cercare una nuova auto

A dirlo è una ricerca di Automobile.it e GfK Eurisko. Il 25% di chi cerca informazioni online, lo fa via mobile. Cresce la credibilità di siti e webzine specializzati

di Rosa Guerrieri
19 maggio 2014
automotive ricerca acquisto

Automobile.it con la collaborazione dell’Istituto di Ricerca GfK Eurisko, torna a indagare sulle abitudini degli italiani, in particolare su come si tengono informati in ambito automotive.

L’indagine, condotta su un campione di 385 persone di tutta Italia, maggiorenni e possessori di un’auto, fa emergere prospettive diverse. Dove, quando e quanto spesso gli italiani raccolgono informazioni sul settore automotive? A chi o cosa preferiscono rivolgersi nel valutare l’acquisto di un nuovo veicolo?

Rimane un punto fermo il rapporto diretto con il professionista del settore e il passaparola di parenti e amici, ma l’era digitale sta facendo crescere sempre di più la ricerca e la consultazione di siti internet, sia di case automobilistiche che di concessionarie, e di testate specializzate online, grazie anche alla ormai grandissima diffusione di smartphone e tablet, che permette quindi di facilitare e velocizzare l’utenza. I canali online sono ormai a tutti gli effetti una fonte complementare ai canali tradizionali. 

In maniera abbastanza omogenea in tutta Italia, oltre il 65% degli italiani si informa periodicamente sul tema dell’auto: in particolare, il 42% lo fa quando ha la necessità concreta di cambiare auto. Emerge come dato significativo che la maggior parte degli italiani, quando è in procinto di cambiare auto, si rivolge direttamente ai concessionari (74%), ma la visita di siti web è davvero sempre più diffusa, il 19% degli italiani dichiara di usare il web come strumento principale.

La ricerca in ambito automotive rimane ancora abbastanza una prerogativa maschile, ma il numero di donne che si vogliono tenere aggiornate sulle automobili è in netta crescita. I canali prediletti variano anche a seconda dell’età, facendo emergere un quadro di equilibrio tra i più giovani, che amano web, blog, forum e community, persone di mezza età legate invece alle riviste di settore e over 60 ancora molto legati alla pubblicità e al contatto diretto con il concessionario.

La raccolta di informazioni internet avviene principalmente da computer portatile, ma è in netta crescita l’utilizzo di smartphone e tablet (25%). In particolare si può notare come il divario sia altissimo se si parla di smartphone83% è la percentuale più alta ed è quella che riguarda i giovani tra i 18 e i 24 anni  e scende poi proporzionalmente con l’età. L’81% lo fa solo attraverso il browser e il 19% anche attraverso applicazioni dedicate. I più attivi su questo canale sono i giovani dai 18 ai 35 anni, grazie anche all’utilizzo di blog e social network. Tra i social network i più utilizzati in prima posizione c’è Youtube, seguito da Facebook e Twitter.

Risulta praticamente invariato rispetto al 2013 la percentuale degli intervistati che stima come più credibile la visita al concessionario (78%), aumentata invece leggermente quella che stima più credibile il consiglio di amici e parenti (da 68% a 75%). Attestata al 48% l’affidabilità dei siti, al 44% degli articoli di testate auto su internet e risulta diminuita rispetto all’anno scorso la percentuale di credibilità delle riviste tradizionali (da 65% a 49%). Sempre meno credito è dato alla pubblicità radiotelevisiva.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.