(INFOGRAFICA) Gli Azzurri sui social: i più amati sono Marchisio e Buffon. Balotelli il più criticato

Blogmeter inaugura l’osservatorio Social Celebrities con un’analisi del posizionamento online dei giocatori della Nazionale Italiana, oltre un terzo dei quali (CT compreso) non possiede profili ufficiali

di Rosa Guerrieri
10 giugno 2014
Blogmeter Nazionale italiana social

Sono sempre di più le celebrità che utilizzano i social media per incrementare la propria popolarità, rinforzare la reputazione e il posizionamento d’immagine e coinvolgere i fans. Al fine di misurarne il potenziale, Blogmeter ha lanciato l’osservatorio Social Celebrities, che analizza il valore di un personaggio pubblico attraverso la misurazione di popolarità, reputazione, capacità di engagement, classificazione delle emozioni che è in grado di suscitare. L’osservatorio viene inaugurato con un’analisi del posizionamento online dei giocatori della Nazionale Italiana di Calcio convocati per i Mondiali 2014.

«La valorizzazione del potenziale online delle celebrità – spiega Sacha Monotti Graziadei, ceo di Blogmeter – sta diventando una esigenza imprescindibile per scegliere i testimonial più efficaci e misurare i risultati ottenuti dalle attività di marketing delle aziende sui social. Abbiamo scelto di misurare il potenziale dei giocatori della Nazionale per lanciare questo nuovo osservatorio perché crediamo che il mondo del calcio e dello sport in generale abbia grandi margini di sviluppo in questo senso».

Durante il periodo 10 maggio – 3 giugno 2014, Blogmeter ha rilevato sui social media italiani oltre 815 mila messaggi sulla Nazionale italiana e analizzato oltre 1,7 milioni di interazioni. Dall’analisi emerge chiaramente che il mondo del calcio italiano appare ancora in ritardo, almeno a valutare le strategie di comunicazione online adottate dai 23 convocati per il Mondiale.

Degli Azzurri volati in Brasile, oltre un terzo (ben 8) e il coach Prandelli non possiedono profili ufficiali su Facebook, Twitter, Google+, Instagram e YouTube e solo 12 possiedono sia una pagina Facebook che un profilo Twitter ufficiali. Chiellini, Buffon e Abate sono gli unici ad avere anche un canale YouTube e un profilo su Google+ e Instagram. Twitter è il canale più diffuso (hanno un profilo ufficiale 15 atleti su 23), seguito da Facebook (12 su 23).

Gli azzurri più efficaci sui social media

Tra i convocati per il Mondiale, Marchisio e Buffon sono i calciatori che riescono a coinvolgere in misura maggiore la fanbase su Facebook e Twitter, ovvero che presentano l’engagement più alto.  Buffon peraltro gode di una considerazione molto buona presso gli internauti: il sentiment che lo accompagna è complessivamente positivo (per il 69% dei messaggi che lo riguardano) dimostrando che le vicende personali non hanno intaccato la sua reputazione.

Balotelli risulta il più efficace per capacità di reach (numerosità di persone contattate: vanta 9,2 milioni tra fans di Facebook e followers di Twitter, quasi tre volte quelli di Buffon, secondo in classifica), ma sconta un sentiment prevalentemente negativo e una ridotta capacità di engagement. SuperMario è anche il giocatore di cui si parla maggiormente online: nel periodo di analisi, Blogmeter ha rilevato 144 mila messaggi che trattano di Balotelli, il 54% in più rispetto al secondo, Chiellini.

Nella classifica del passaparola, Balotelli è secondo solo al CT Prandelli (oltre 166 mila messaggi), di cui si registra un sentiment prevalentemente negativo (59% contro un 41% di messaggi a contenuto positivo), anche in relazione alle polemiche scoppiate a seguito delle convocazioni.

Di seguito un’infografica riassuntiva della ricerca.

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.