Google arriverà a detenere nel 2016 oltre il 55% del Search advertising

Secondo eMarketer, Big G genererà quest’anno circa 58 miliardi di dollari totali di revenue pubblicitarie digital nel mondo. Sul fronte search, i ricavi dovrebbero arrivare a 47,57 miliardi di dollari

di Teresa Nappi
26 luglio 2016
google-sede-new-logo

Ancora una conferma sulla “potenza” di Big G. Google genererà quest’anno 57,80 miliardi di dollari totali in termini di revenue pubblicitarie digitali in tutto il mondo, con un incremento quantificato in un +9% rispetto al 2015.

Google-Ricavi-Adv-WW-2014-2018-emarketer

A rivelarlo è un’analisi condotta da eMarketer, che come già per Facebook, ha analizzato gli andamenti del colosso della Search (e non solo).

Secondo l’analisi, i ricavi di Google rappresenterebbero il 30,9% del mercato totale della digital advertising in tutto il mondo.

Inoltre, Big G si confermerà anche quest’anno come giocatore dominante a livello globale per ricavi da Search Advertising. Secondo eMarketer, la società infatti raccoglierà nel 2016 47,57 miliardi di dollari di ricavi pubblicitari da Search, cifra che porterebbe Google a detenere il 55,2% del mercato pubblicitario mondiale legato alla ricerca.

Sul fronte display, Google invece perde il primo posto a favore di Facebook. Big G infatti registrerà quest’anno 10,23 miliardi di dollari in revenue da display adv nel mondo, pari al 12,3% della spesa totale in display adv.

Le adv revenue per YouTube sono cresciute del 40,6% lo scorso anno, raggiungendo la cifra di 4,28 miliardi di dollari a livello globale. Nel 2016, per l’istituto di ricerca, il sito di video sharing dovrebbe raggiungere i 5,18 miliardi di dollari netti di raccolta adv, registrando quindi una crescita pari al 21,1%.

Sul mobile, inoltre, Google dovrebbe generare 34,11 miliardi di dollari netti di introiti pubblicitari nel mondo, registrando una consistente crescita – +40,3% – sul 2015. E il prossimo anno, i ricavi netti da raccolta pubblicitaria su mobile di Big G dovrebbero arrivare a 42,41 miliardi di dollari, in crescita del 24,3% su quest’anno.

«Ci aspettiamo che il trend di crescita del business pubblicitario di Google sul fronte programmatic e mobile continui senza sosta, ma entrambe le aree portano con sé costi alti legati all’acquisizione del traffico che incidono sul fatturato programmatico e sulle revenue riconosciute ai partner per il mobile», ha dichiarato Martín Utreras, senior forecasting analyst di eMarketer.

«Prevediamo inoltre l’arrivo di venti contrari dovuti alla Brexit, visto che il Regno Unito rappresenta circa il 9% dei ricavi per Big G e che l’Europa occidentale rappresenta in generale la parte più significativa delle sue entrate», conclude Utreras.

Engage nella tua e-mail. Gratis, ogni giorno

Engage La Prima
La nostra newsletter quotidiana, contenente le 10 notizie più impattanti della giornata, per rimanere sempre aggiornato sui trend del mercato.

Engage Mag
Il nostro magazine periodico, con focus e speciali di approfondimento, distribuito anche in forma cartacea ai principali eventi di settore.

Partner Messages
Messaggi periodici dai nostri partner. Se acconsenti alla ricezione di queste email, aiuterai Engage a mantenere i suoi canali fruibili gratuitamente, e, oltretutto, potresti trovare inviti e informazioni utili alla tua azienda.