Ebiquity Marketing & Media Trends 2019: il Digital continua la sua ascesa

Secondo l’analisi di Ebiquity Italia, nel 2019 si registrerà un continuo aumento degli investimenti sul mezzo. Bene Tv, Radio e Affissione, mentre continua a soffrire la Stampa. Focus sulle Sponsorship

di Teresa Nappi
11 febbraio 2019
Media-Ebiquity-Report-Trend-2019

Ogni anno che passa il Digital, inteso come mezzo, diventa sempre più importante. Registra un continuo aumento degli investimenti e si stima che nel giro di pochi anni possa diventare il mezzo con più investimenti arrivando addirittura a superare la Televisione.

A dirlo è la nuova release del report Ebiquity Marketing & Media Trends, che offre un’overview con le previsioni sui media e l’evoluzione dei mercati in Italia nel 2019.

I media presi in considerazione dallo studio sono stati, oltre al Digital e alla TV, la Stampa, l’Affissione, la Radio e, infine, le Sponsorship.

I punti di forza del Digital, secondo l’analisi, sono la moltitudine di formati che si hanno a disposizione e che possono andare incontro a qualsiasi bisogno dei clienti.

Il fatto, però, che si tratti di un mezzo relativamente giovane, permette indubbiamente un forte margine di miglioramento.

I trend che segneranno il Digital nel 2019

Per quanto riguarda il Digital i maggiori trends tracciati dall’analisi di Ebiquity sono:

  • il triopolio che si creerà nel 2019 tra Google, Facebook e Amazon, con un significativo aumento del gigante dell’e-commerce.
  • L’apertura verso le certificazioni terze anche da parte dei grandi player, con un focus su Facebook e Google.
  • Il consolidamento dei player Ad tech legato al nuovo regolamento generale sulla protezione dei dati dell’UE.

Secondo il report, Amazon, in particolare, entrerà prepotentemente all’interno degli investimenti pubblicitari e nei piani marketing.

Gli inserzionisti italiani, fino ad oggi intimoriti dall’effetto e-commerce sulle loro vendite, stanno imparando ad abbracciare e gestire quella realtà con potenzialità senza rivali.

Amazon porta con sé ciò che gli advertisers agognano da tempo: collegare la pubblicità direttamente all’impatto sulle vendite. In questo modo offre dati, conoscenza e preferenze dei consumatori quando questi arrivano all’acquisto di un prodotto.

Il 2019 dei mezzi più “tradizionali”

Per quanto riguarda invece i mezzi cosiddetti “tradizionali”, il più in salute tra tutti è la Radio. Il mezzo, secondo le stime di Ebiquity, arriverà a registrare un aumento degli investimenti addirittura del 6.5% nel 2019.

Tre i motivi principali di questo trend positivo:

  • è un mezzo uditivo, quindi facilmente memorizzabile.
  • Grazie alla locazione delle emittenti, ai format e alle fasce orarie può essere molto efficace sulla targetizzazione.
  • Crea fidelizzazione.

La cara vecchia Televisione si pone subito dopo la Radio (+1.3% di investimenti stimati nel 2019).

Per la TV, il report sottolinea il crescente abbandono del mezzo da parte dei target più giovani (soprattutto della fascia 15-34) a favore del Digital. È per questo che la TV si sta impegnando ad amalgamarsi il più possibile con le nuove frontiere del Video in streaming, attuando per il 2019 collaborazioni con Netflix e Amazon Prime Video.

Netflix-Viewers-Report-Ebiquity

In terreno negativo resta invece il settore Stampa, per il quale continua il trend che si trascina ormai da qualche anno, registrando un calo degli investimenti e un calo delle copie vendute e che ha fatto stimare a Ebiquity un -4.5% per i newspaper e un -7% per i magazine (settimanali e mensili).

I motivi di queste stime sono riconducibili in parte alla possibilità e alla capacità di un mezzo di adeguarsi ai nuovi tempi e alle nuove possibilità di pianificazione.

Infatti TV e Radio stanno lavorando molto per riuscire a stare al passo con i tempi e per trovare i modi di collegarsi al mondo dell’online, mentre non riesce ad avere questa fortuna la Stampa che rimane legata strettamente al suo mondo senza riuscire a trovare sbocchi per migliorare e invertire il trend negativo che la contraddistingue.

Per dare una mano al settore della stampa nel 2018 è stato introdotto dal governo il “Bonus Pubblicità”, una nuova agevolazione fiscale che prevede la possibilità per lavoratori autonomi, professionisti e imprese di poter fruire di un nuovo credito d’imposta per gli investimenti pubblicitari (leggi qui l’articolo dedicato).

Il futuro dell’affissione è in programmatic

Il segmento Affissione è sotto osservazione soprattutto per le opportunità che oggi è capace di offrire grazie all’integrazione con il Digital.

Rispetto a questo settore, quello registrato dal report è un sentimento di sostanziale ottimismo rispetto all’andamento 2019, soprattutto grazie a due fattori di sviluppo importantissimi e correlati tra loro: la DOOH (Digital Out Of Home) e l’utilizzo del Programmatic.

Uno dei maggiori vantaggi della DOOH è quello di poter utilizzare dati sugli impianti in tempo reale, in modo da sviluppare un tipo di messaggio pubblicitario “interattivo” e personalizzato rispetto a un determinato target, grazie appunto all’integrazione con il Programmatic.

Il continuo sviluppo delle Sponsorship

Le Sponsorship, che da tempo Ebiquity segue con un attento monitoring, sono un tipo di comunicazione in continuo sviluppo con un ruolo ben definito all’interno del panorama media.

Lo scopo principale di tali attività è quello di Brand Awareness.

In quest’ambito, sottolinea il report, la sfera online sta diventando sempre più importante in quanto utilizzata come amplificazione sulla rete delle azioni di sponsorizzazione “offline”.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.