E’ Amazon il brand a più alto valore al mondo, per Kantar

Il colosso di Seattle sorpassa Apple e Google nella classifica BrandZ Top 100 Most Valuable Global Brands. Instagram il marchio a più rapido incremento

di Alessandra La Rosa
11 giugno 2019
amazon-620x348.jpg

E’ Amazon a guidare quest’anno la classifica BrandZTM Top 100 Most Valuable Global Brands, rilasciata oggi da WPP e Kantar.

“Le brillanti acquisizioni di Amazon, che hanno portato nuovi flussi di ricavi, un customer service sempre più performante e la capacità di stare un passo avanti ai competitor, offrendo un ecosistema diversificato di prodotti e servizi, hanno consentito ad Amazon di continuare a far crescere il proprio valore di brand, portandolo in cima alla classifica”, si legge nella nota.

Le aziende tech hanno guidano la classifica Top 100 di BrandZ sin dal primo ranking mondiale nel 2006, quando Microsoft ha conquistato il primo posto. Crescendo del 52% in un solo anno raggiungendo 315,5 miliardi di dollari, Amazon sorpassa Apple (al secondo posto con 309,5 miliardi di dollari) e Google (al terzo, con 309,0 miliardi di dollari) entrambe cresciute rispettivamente solo del 3% e 2%.

Nella Top 10, Facebook rimane fermo in sesta posizione mentre, per la prima volta, Alibaba supera Tencent diventando il marchio cinese di maggior valore, guadagnando 2 postazioni (al settimo posto) e crescendo del + 16% (131,2 miliardi di dollari). Tencent è sceso di tre posizioni all’ottava posizione, in calo del 27% con un valore pari a 130,9 miliardi di dollari.

In un contesto in cui i social media affrontano sfide in termini di trust e attrattività, Instagram (N. 44, 28,2 miliardi di dollari), con oltre 1 miliardo di utenti in tutto il mondo, si contraddistingue come il brand a più rapida crescita, guadagnando 47 posizioni con una crescita del valore del brand del +95%. Lululemon, il brand di abbigliamento sportivo ispirato allo yoga, è il secondo brand che è cresciuto più rapidamente (+77% rispetto al 2018) con un valore pari a 6,92 miliardi di dollari.

Altri top risers, come Netflix (+65%, N. 34, 34,3 miliardi di dollari), Amazon (+52%, 315,5 miliardi di dollari) e Uber (+51%, N. 53, 24,2 miliardi di dollari) evidenziano come la grande sensibilità alla tecnologia, che guida oggi il cambiamento, possa rapidamente mutare il contesto di riferimento, contesto in cui i consumatori attribuiscono sempre maggior valore all’experience, che arricchisce in modo rilevante la forza del brand.

«La crescita del valore dei 100 Top Brand di quest’anno raggiunge un livello storico e dimostra il potere di investire nei brand per offrire sempre maggiore valore agli azionisti – commenta David Roth, CEO di The Store WPP EMEA e Asia e Chairman di BrandZ -. Oltre a questo, emerge la forza dei brand che hanno saputo creare valore attraverso la costruzione di ecosistemi integrati. Stiamo assistendo a un passaggio da brand di singoli prodotti e servizi ad una nuova era di interazioni altamente dirompenti. I brand devono capire il valore che questo nuovo modello può offrire e dovrebbero considerare questo approccio per costruire le proprie strategie di crescita futura».

«Tempo fa la marca si costruiva (e manteneva il proprio valore) nel lungo periodo; oggi, non è più così – aggiunge Federico Capeci, CEO Italy, Greece & Israel, Kantar Insights Division -. In un mondo di volatilità, con la forza amplificatrice della rete, si acquisisce e si perde valore più rapidamente. Il brand si caratterizza sempre più come una community, i confini merceologici si sfumano e la forza della marca si arricchisce con il valore dell’experience. Le marche che, con grande sensibilità, hanno saputo leggere nei comportamenti e nelle esigenze dei propri clienti, l’evoluzione del contesto, sono oggi molto avanti rispetto a marche con approccio tradizionale. Il focus sul cliente/consumatore, con l’ascolto attento e proattivo di feedback, permette alle marche di focalizzarsi sulle aree di maggior rilevanza costruendo, appunto sull’experience, il nuovo vantaggio competitivo, come grandi player tipo Amazon, Apple, Google o Alibaba, ci insegnano»

Nonostante l’incertezza economica sui dazi degli Stati Uniti e della Cina, nell’ultimo anno si sono aggiunti 328 miliardi di dollari alla classifica Top 100 globale di BrandZ, raggiungendo un valore di marca combinato di 4.700 miliardi di dollari- all’incirca il PIL di Spagna, Corea e Russia assieme.

Di seguito, un’infografica riassuntiva del report.

Clicca sull'immagine per ingrandire
Clicca sull’immagine per ingrandire

 

Il Report e il Ranking di BrandZ Top 100 Most Valuable Global Brands, con molte altre informazioni ed insight sui principali Paesi del mondo e su 14 settori merceologici, sono disponibili online a questo link.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.