Cresce il mercato dei contenuti in Italia: incremento del 32% nel 2015

A dirlo è un’analisi condotta da Ad Intend con Melascrivi.com: rinnovamento di schede e descrizioni dei prodotti guidano le richieste con una crescita del 160%

di Caterina Varpi
10 novembre 2015
pasquale-silvi-Ad-Intend
Pasquale Silvi

L’agenzia di content e performance marketing Ad Intend ha commissionato a Melascrivi.com, piattaforma di contenuti unici creati da specialisti della scrittura, uno studio che ha indagato le caratteristiche del mercato dei contenuti italiano.

Dall’analisi emerge che il settore, nel 2015, è sempre più rivolto alla realizzazione e al miglioramento delle schede prodotto e alla descrizione di prodotti e servizi offerti in rete. Una tendenza che conferma come la scheda prodotto assuma sempre più una valenza primaria nelle strategie di content marketing.

Melascrivi.com ha registrato un incremento nelle richieste per quest’anno: in particolare, nei primi nove mesi si è già raggiunto il totale di contenuti realizzati nell’anno precedente. L’elemento distintivo, però, è legato alla tipologia di content: gli articoli redazionali, le guide e gli How to hanno registrato un incremento del 32%, mentre le richieste di schede prodotto hanno fatto segnare un più 160%.

Una tendenza che si legge nell’esigenza dei piccoli e grandi e-commerce di revisione dei loro contenuti primari, da un lato in ottica seo per essere più facilmente indicizzabili o condivisibili, dall’altro, dalla necessità di rendere più attrattive le schede prodotto.

Analizzando i comparti, la maggior parte dell’aumento delle richieste di contenuti redazionali è stata guidata da cinema e tv con + 33%, sport con + 31%, gossip + 25%, fitness e benessere + 19%, cronaca + 6%. È stabile una categoria storica del content marketing come il travel, molto satura di contenuti, ma sempre forte in termini di volumi assoluti. La voce altre categorie segna un forte incremento (+55%), indicando come anche settori nuovi o di nicchia stiano spingendo sui contenuti. Particolare rilievo ha avuto anche la crescita del comparto piante e giardinaggio, dove il periodo pre-primavera (gennaio-marzo) ha visto una alta di richieste di articoli.

Analizzando i volumi dei contenuti legati alle schede prodotto o al dettaglio servizi la prima cosa che emerge nel confronto anno su anno è il cambio al vertice: il food con i relativi store, pur registrando un +60%, lascia il passo alla voce arredamento. Quest’ultimo è un settore che vede gli store online di arredo e design impegnati nel rinnovamento dei contenuti. Hanno puntato su scrittura o revisione delle schede di prodotto per diversificare il catalogo online da quello cartaceo del produttore. La maggiore attenzione verso il content marketing è confermata anche dall’incremento di contenuti editoriali sempre nel settore arredamento con un + 38%. Ne emerge che l’abbinamento di nuove schede e di blog editoriali a supporto porti nuova utenza qualificata agli store di design.

Infine, è da segnalare anche se non propriamente legato alle schede prodotto in senso stretto, il forte aumento del settore finanza, con un importante focus sulla revisione di contenuti ormai datati e resi più attuali e leggibili.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.