• Programmatic
  • Engage conference

04/04/2019
di Alessandra La Rosa

Verizon Media, sulla DSP arriva il Digital Out of Home, grazie a un accordo con Rubicon Project

Chi utilizza la piattaforma potrà mostrare le proprie campagne sugli schermi di vari spazi pubblici. La novità sarà disponibile a livello globale entro l'anno

Verizon Media ha annunciato oggi l'arrivo dell'inventory Digital Out-of-Home sulla sua DSP. Una novità grazie alla quale i clienti della società potranno scegliere di erogare campagne sugli schermi digitali di luoghi pubblici. In particolare, chi utilizza la DSP della società potrà mostrare le proprie campagne sugli schermi di fermate di bus e metropolitane, spazi aeroportuali, palestre, bar, billboard a bordo strada, ascensori e altri spazi. Al momento, l'inventory è disponibile solo in USA, UK, Canada e Olanda, grazie a un accordo con Rubicon Project che consente l'accesso alle piattaforme di Clear Channel Outdoor, Lamar, Zoom Media, Captivate, Hivestack e Broadsign. Ma Verizon Media conta di ampliare le disponibilità a livello globale nel corso di quest'anno, grazie a integrazioni con altre società come Vistar Media. Anche per gli spazi DOOH saranno utilizzabili le opzioni di targeting messe a disposizione dalla DSP di Verizon Media, che consentono di segmentare il pubblico per localizzazione, condizioni meteo, momento della giornata, caratteristiche demografiche e interessi, grazie alla varietà dei suoi dati unici. «L'interesse nei confronti del DOOH sta crescendo, e sappiamo che i consumatori vogliono connettersi con i brand attraverso vari canali prima dell'acquisto - spiega Jeff Lucas, Head of North American Sales and Global Client Solutions di Verizon Media -. Grazie al più diversificato set di fonti di dati, Verizon Media sta costruendo un punto di accesso impareggiabile ad inventory esclusive, per aiutare gli inserzionisti a coinvolgere le loro audience su canali premium e rilevanti in maniera scalabile». Per Verizon Media - che recentemente ha annunciato di voler spegnere il proprio ad server come parte di una revisione strategica del proprio business - si tratta di un ulteriore arricchimento dell'offerta della DSP, dopo l'apertura della piattaforma alle inventory audio a novembre, sempre grazie a un accordo con Rubicon Project.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI