• Programmatic
  • Engage conference

06/03/2019
di Rosa Guerrieri

Verizon Media "spegnerà" il suo ad server nel 2020

La mossa, decisa nell'ambito di una revisione strategica del business, non avrà conseguenze sull'operatività delle piattaforme lato acquisto e vendita della società

verizon.jpg

Nell'ambito di una revisione strategica del suo business, Verizon Media ha deciso di spegnere l'ad server di Oath Ad Platform nel 2020. A riportare la notizia è AdWeek, cui è stata confermata da un portavoce della divisione ad tech della telco: "Stiamo lavorando con i nostri clienti per assicurare che siano supportati nella migrazione dall'ad server. Questo non ha conseguenze sul business della SSP di Oath Ad Platforms. Il nostro obiettivo è creare le migliori esperienze per i nostri consumatori e le migliori piattaforme per i nostri clienti. Questa mossa costituisce un passo avanti strategico verso l'esecuzione dei nostri piani di crescita ed innovazione futuri". Lo spegnimento dell'ad server, per la società, sarebbe dunque parte del lungo processo di messa a punto della stack di tecnologie pubblicitarie, dopo l'integrazione in Oath dell'offerta ad tech di AOL (di cui faceva parte anche l'ad server, acquisito dalla società nel 2007) con quella corrispondente di Yahoo, ossia BrightRoll. La novità non avrà conseguenze sulle piattaforme lato acquisto e vendita di Verizon Media, che continueranno ad essere operative per brand ed editori e che anzi dovrebbero presto arricchirsi di nuovi aggiornamenti inerenti canali pubblicitari emergenti come le Tv Connesse e la pubblicità Audio, di nuovi investimenti in ambito private marketplace e del recente lancio del nuovo SDK.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI