• Programmatic
  • Engage conference

28/05/2019
di Teresa Nappi

Mastercard aumenta la quota del budget gestita in programmatic

Passa dal 30 al 50% la percentuale della spesa in adv online gestita attraverso piattaforme. A rivelarlo è Luca Fiumarella, Head of Marketing Italy dell’azienda

Luca Fiumarella

Luca Fiumarella

Mastercard conferma la sua fiducia nel programmatic. In occasione della presentazione della nuova campagna Start Something Priceless (ne parliamo qui), firmata da McCann XBC New York e curata nel suo adattamento italiano dal team creativo di McCann Worldgroup Italy, Luca Fiumarella, Head of Marketing Italy, Mastercard, ha dichiarato un aumento della spesa gestita in modalità automatizzata rispetto agli scorsi anni. «Se prima gestivamo circa il 30% della spesa per il digital in programmatic, oggi abbiamo portato questa quota al 50%». Il planning media è gestito per l’azienda da Carat, «compresa la parte in programmatic. Ovviamente Carat fa da cappello, ma è coinvolto il trading desk di riferimento dall’agenzia». Il trading desk del Dentsu Aegis Network è Amnet. Storicamente, a quanto risulta a Programmatic Italia, Mastercard ha utilizzato il programmatic per ottimizzare la distribuzione del messaggio lungo tutto il funnel. «L’utilizzo dei dati ci consente di identificare specifici gruppi di target ad alto potenziale e attivarli nelle diverse fasi del funnel a seconda della caratterizzazione e/o propensione di acquisto, utilizzando creatività diverse in funzione del segmento di appartenenza, della fascia oraria e del device con il quale i consumatori si connettono», aveva dichiarato in una precedente intervista Luca Fiumarella (leggi di più qui). «A seconda della fase dell’attivazione utilizziamo il programmatic per massimizzare specifici obiettivi da raggiungere. Per esempio, per costruire l’awareness utilizziamo il video su cui abbiamo un obiettivo di visualizzazioni complete, dall’altro lato, per massimizzare le conversioni, utilizziamo formati display ottimizzando l’obiettivo del Click through rate», aveva aggiunto ancora il manager.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI