• Programmatic
  • Engage conference

01/10/2019
di Rosa Guerrieri

LinkedIn, novità su Campaign Manager per il targeting

Da questo mese sono disponibili a livello globale sulla piattaforma gli insight sulle stime delle audience e la possibilità di utilizzare la logica booleana per la segmentazione del pubblico

LinkedIn ha annunciato una serie di novità su Campaign Manager, volte a rafforzare le funzioni di targeting pubblicitario. La prima è l'aggiunta, sulla dashboard di Campaign Manager, di insight sulle stime delle audience. Una nuova possibilità che consente ai brand di avere un più rapido accesso alla costruzione del proprio pubblico target, con l'opzione anche di personalizzare il pannello di forecasting per mostrare specifici dati di targeting, come mercati di riferimento, anni di esperienza o dimensioni dell'azienda. "Combinandoli con i contatti caricati su Matched Audiences, i brand potranno essere sicuri di stare non solo erogando pubblicità a specifici prospect che stanno cercando di raggiungere, ma anche di avere le informazioni demografiche per produrre contenuti e creatività adatti a loro", spiega Abhishek Shirvastava, Director of Product Management di LinkedIn. Un'altra novità è poi la possibilità per le aziende di creare queries di targeting utilizzando i termini della logica booleana (e/o) che consentiranno loro di costruire audience più ampie per le campagne, targettizzando vari aspetti come il ruolo lavorativo, la seniority o altro. Chi vuole indirizzare la propria campagna utilizzando la seniority Direttore e il ruolo Finance, fino ad ora poteva solo targettizzare in una singola campagna Direttori su ruoli Finance, mentre ora è possibile in una singola campagna raggiungere sia chi è Direttore su qualsiasi ruolo, sia chi ha un ruolo Finance ma qualsiasi seniority. Le due novità sono a disposizione da ottobre a livello globale. Infine, nelle prossime due settimane, LinkedIn inizierà a rendere disponibile la reportistica demografica - una delle sue metriche più popolari - anche per la compilazione di Lead Gen Form, aperture di InMail Sponsorizzate e visualizzazioni di annunci video.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI