• Programmatic
  • Engage conference

03/05/2019
di Rosa Guerrieri

Facebook: ThruPlay diventa l'opzione di acquisto di default per la pubblicità video

A partire da questo mese, il social inizierà lo spegnimento del precedente tool di ottimizzazione delle visualizzazioni da 10 secondi. Nessun cambiamento per le modalità di pagamento

Facebook ha annunciato che ThruPlay diventerà l'opzione di acquisto di default per la propria pubblicità video. Contestualmente a questa decisione, il social inizierà a partire da questo mese lo spegnimento della soluzione per l'ottimizzazione delle visualizzazioni video da 10 secondi, mettendo in pausa le campagne su cui è ancora impostato questo tool. ThruPlay è uno strumento, lanciato lo scorso settembre, che consente alle aziende di ottimizzare e pagare soltanto per quegli annunci che vengono visti interamente o per almeno 15 secondi, mentre il tool per l'ottimizzazione delle visualizzazioni video da 10 secondi, come dice lo stesso nome, ottimizza l'erogazione delle campagne agli utenti che ci sono più probabilità guardino 10 secondi o più del video. "Dal momento della sua introduzione, l'ottimizzazione ThruPlay ha funzionato molto bene sugli inserzionisti video - ha spiegato Facebook in un blog post -. Di fatto, per ogni dollaro speso in una campagna, l'ottimizzazione ThruPlay performava in maniera comparabile all'ottimizzazione delle visualizzazioni video da 10 secondi nel miglioramento dell'ad recall e della brand awareness. Per questo abbiamo reso ThruPlay il tool di ottimizzazione di default per le campagne video". Dopo il 31 luglio, ThruPlay e "2-second Continuous Video Views" saranno le sole opzioni disponibili per l'ottimizzazione dell'erogazione degli spot. Fino a quella data, gli inserzionisti dovranno sostituire manualmente con una di queste due l'eventuale opzione 10 secondi precedentemente impostata, pena la messa in pausa delle loro campagne. Il cambiamento non influenzerà le modalità di pagamento degli annunci. Gli inserzionisti potranno sempre scegliere se pagare a CPM (ossia, nel caso di Facebook, quando un pixel del video è visibile) o in modalità ThruPlay (quando un annuncio viene riprodotto per il 97% della sua durata o fino a 15 secondi).

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI