• Programmatic
  • Engage conference

28/01/2020
di Andrea Di Domenico

Facebook, più controllo agli utenti sui dati condivisi con gli inserzionisti

In occasione del Data Privacy Day Facebook introduce "Off-Facebook Activity", la funzione che consente di monitorare e cancellare i dati scambiati con terze parti

In occasione del Data Privacy Day Facebook introduce "Off-Facebook Activity", l’attesa funzione che consente agli utenti di limitare le informazioni che vengono condivise con siti e app di terza parte e che vengono usate principalmente per inviare pubblicità personalizzate. Facebook si è impegnata a potenziare il controllo dell’utente sulla privacy a seguito di una multa di 5 miliardi di dollari dalla Federal Trade Commission americana lo scorso anno. Una cifra importante, benché dopo lo scandalo Facebook Analytica del 2017 molti osservatori si aspettassero una pena più severa, considerando i 17,9 miliardi di dollari di ricavi realizzati dall’azienda fondata da Mark Zuckerberg solo nel terzo trimestre 2019. Quasi tutti i ricavi della società vengono dalla pubblicità. Grazie a "Off-Facebook Activity", gli utenti di Facebook saranno in grado (attraverso il percorso Settings > Your Facebook Information > Off-Facebook Activity) di vedere le informazioni condivise da Facebook con siti web terzi. Possono inoltre rimuovere le informazioni dal proprio account e disattivare le future attività "off-Facebook". Ciò dovrebbe applicarsi a tutte le app e tutti i siti web in modo che non possano più condividere le attività degli utenti con Facebook. Ciò significa che Facebook non saprà quali siti Web un utente ha visitato e cosa ha guardato, tuttavia, come osserva Campaign, i dati degli utenti non vengono effettivamente eliminati. Piuttosto, i dati verranno resi anonimi prima di essere condivisi con gli inserzionisti. Questa la dichiarazione di Steve Hatch, vicepresidente del Nord Europa: "Esistono diversi modi in cui puoi controllare le tue informazioni su Facebook e siamo sempre alla ricerca di altri modi per farlo. Ecco perché da oggi, il nostro strumento di attività off-Facebook ti consentirà di gestire facilmente quali app e siti web possono accedere alle tue informazioni".

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI