• Programmatic
  • Engage conference

20/01/2020

Erik Rosa, Xaxis: «Siamo pronti ad applicare l’Intelligenza Artificiale?»

Secondo il Managing Director, ormai quasi tutti i brand sono consapevoli dell'importanza dell'AI, ma molti sono ancora frenati da una conoscenza scarsa del tema

«Si parla molto sul mercato di Intelligenza Artificiale, ma nel 2020 sarà essenziale in ambito digital advertising colmare il gap che separa l’entusiasmo per l’AI e la sua applicazione pratica».

Sono le parole di Erik Rosa, Managing Director di Xaxis Italia, interrogato su quelli che secondo lui saranno i temi chiave del mondo della pubblicità digitale nell’anno che è appena iniziato.

«Ormai quasi tutti i brand sanno che gli strumenti AI-driven hanno la capacità di amplificare l’efficienza e le performance delle campagne, soprattutto quelle in programmatic, ma molti sono ancora frenati da una conoscenza scarsa del tema – spiega il manager -: uno studio di Xaxis, infatti, ha dimostrato che quasi il 30% degli inserzionisti europei non si sente sicuro nel comprendere o nell’utilizzare l’Intelligenza Artificiale».

«Per concretizzare la promessa numero uno del programmatic, ovvero garantire risultati tangibili in linea con i principali obiettivi di business, gli advertiser non possono non sfruttare i benefici portati dell’Intelligenza Artificiale – prosegue -. Soprattutto se questi ultimi vogliono conservare la loro competitività, la loro rilevanza ed essere un passo avanti alla concorrenza, tutto questo deve cambiare. Gli inserzionisti infatti, possono sfruttare i numerosi plus dell’AI, come l’apprendimento automatico delle macchine, che anche grazie all’ingest di dati storici delle campagne consente di ottimizzare gli annunci in tempo reale, trarre insight preziosi e individuare modelli di ottimizzazione specifici per il proprio business. Questo significherà per i clienti avvalersi di tecnologie avanzate per raggiungere un livello più profondo e automatizzato di precisione in ambito pubblicitario».

ARTICOLI CORRELATI