• Programmatic
  • Engage conference

23/01/2020
di Alessandra La Rosa

DoubleVerify lancia una certificazione anti-frode per la pubblicità su tv connesse

Una novità che «offre agli inserzionisti la sicurezza di sapere che i loro investimenti sono protetti». Tra i partner già certificati ci sono Amobee, MediaMath, SpotX, The Trade Desk e Xandr

doubleverify.jpg

DoubleVerify ha annunciato il lancio di un nuovo programma di certificazione anti-frode per il mercato della pubblicità in programmatic su tv connesse, con l'obiettivo di frenare l'avanzata del fenomeno all'interno di un canale adv in grande crescita. Per ottenere questa certificazione, chiamata CTV Targeting Certification, una piattaforma ad tech deve dimostrare di riuscire a prevenire la presenza di frodi e traffico invalido applicando la soluzione per la protezione di device e app pre-bid di DoubleVerify per la compravendita di inventory su tv connesse. Al momento, questi partner certificati sono Amobee, MediaMath, SpotX, The Trade Desk e Xandr. «DoubleVerify ha sviluppato la soluzione di identificazione delle frodi su tv connesse più accurata e omnicomprensiva del mercato, identificando milioni di dispositivi e centinaia di applicazione come non valide - ha spiegato Matt McLaughlin, COO di DoubleVerify -. La CTV Targeting Certification di DoubleVerify offre agli inserzionisti la sicurezza di sapere che i loro investimenti su tv connesse sono protetti quando effettuano acquisti attraverso le piattaforme di punta che hanno ottenuto con successo questa certificazione». Insieme al lancio del programma, la società ha anche realizzato una guida sulle tv conesse, chiamata "The ABCs of CTV", con l'obiettivo di educare gli inserzionisti sulle best practice nell'ambito delle misurazioni della qualità degli spazi su tv connesse e sulle performance di questi canali.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI