• Programmatic
  • Engage conference

18/09/2018
di Alessandra La Rosa

Quello dell'ad tech è ancora un mercato frammentato. I dati di uno studio IDC

Secondo la società, nel 2017 i 15 principali fornitori di software pubblicitari rappresentavano meno del 40% del settore complessivo. Il comparto, intanto, continua a crescere

Nonostante le varie acquisizioni che si sono susseguite negli ultimi tempi, il mercato dell'ad tech, in particolare quello dei software pubblicitari, è ancora molto frammentato. Lo rivela uno studio di IDC, secondo cui nel 2017 i principali 15 fornitori di software pubblicitari rappresentavano meno del 40% del mercato complessivo, per lo più invece costituito da piccoli vendor specializzati con fatturati di minori dimensioni. Quello dell'ad tech, del resto, è un mercato in crescita, e destinato a vivere un trend positivo anche nel prossimo futuro. Secondo lo studio, il settore nel suo complesso è aumentato del 38% anno su anno dai 9,2 miliardi di dollari del 2016 ai 12,7 miliardi del 2017, e la quota di ricavi da ad tech sul totale delle vendite pubblicitarie è aumentata dal 4% del 2016 al 4,7% del 2017, una percentuale che IDC stima possa arrivare al 7,8% entro il 2022. Una crescita cui contribuirà l'aumento complessivo del volume della spesa adv e l'incremento delle tecnologie di automazione nei processi pubblicitari, ma soprattutto, secondo la società, la progressiva transizione dalla pubblicità su tv tradizionale a quella su digital video, nello specifico sulle tv connesse.

scopri altri contenuti su

ARTICOLI CORRELATI