Widespace, ecco il primo formato video a 360 gradi che funziona anche sui siti mobile

L’azienda specializzata in soluzioni adv sui nuovi device ha annunciato il lancio del primo formato pubblicitario a 360 gradi in grado di essere veicolato sia su app che su mobile web, già disponibile anche in Italia

di Simone Freddi
14 marzo 2016
Widespace-360

Widespace, azienda specializzata in soluzioni per la pubblicità su mobile, annuncia il lancio del primo formato pubblicitario a 360 gradi che funziona sia su App, sia su Mobile Web.

«Questo formato sta aprendo le porte del mercato pubblicitario ad un nuovo e magico mondo a 360 gradi in cui le possibilità sono illimitate», dichiara Adrian McDonald, Chief Product Officer di Widespace.

Con l’advertising a 360 gradi, sottolinea l’azienda, gli utenti possono entrare in un ambiente che offre esperienze simili a quelle dei videogiochi o della realtà virtuale. Il consumatore mobile può navigare in modalità touch o utilizzare il giroscopio per vedere il video da tutte le angolazioni differenti.

Il formato 360° ha finora funzionato solo in ambienti app, fatto che ne ha limitato la portata e l’impatto. Alla fine dello scorso anno il team R&D di Widespace è riuscito a trovare la soluzione per poterlo erogare anche all’interno dei siti mobile web. «E’ un’ottima notizia sia per i brand che per gli editori poiché offre un nuovo livello di creatività. La notizia ancora migliore è che, nonostante il formato offra un’esperienza nuova ed emozionante, i costi di produzione sono tutti inclusi», sostiene McDonald.

Una prima campagna pilota, realizzata per il tour operator finlandese Tjäreborg, parte del Gruppo Thomas Cook, ha fornito indicazioni promettenti: il tasso di interazione del video 360 è risultato del 157% migliore rispetto alla media e il tempo trascorso a contatto con il video è stato del 150% sopra la media.

«Durante il nostro primo progetto pilota in Finlandia abbiamo osservato casi in cui i consumatori hanno speso anche 15 minuti con un video di tre minuti», racconta McDonald, che aggiunge: «Una qualità altrettanto importante è il contributo prezioso (del nuovo formato, ndr) alle metriche di branding, in quanto ci consente di tracciare tutte le interazioni degli utenti mobile, offrendo così approfondimenti in tempo reale su ciò che funziona di più. Siamo oramai a un passo dalla Realtà Virtuale che aprirà un’intera pletora di nuove ed eccitanti possibilità nel brand storytelling».

Filippo Gramigna: «Nel 2016 un’espansione del team locale»

Il nuovo formato pubbliciario a 360° di Widespace «è già disponibile anche per i clienti italiani», ci ha detto Filippo Gramigna, Director Partnerships Southern Europe della società.

Filippo Gramigna

C’è una freccia in più, quindi, tra le armi sul nostro mercato di Widespace. La società, spiega Gramigna, dopo un 2015 chiuso «in linea con con gli obiettivi» in termini di fatturato, e in cui è stata conseguita «una crescita del traffico di oltre il 300%», punta a crescere con gli stessi ritmi anche quest’anno. Il tutto anche grazie a un’espansione del team locale e a iniziative di visibilità come la partecipazione al Seminar IAB sul mobile advertising, in programma il 14 aprile, che vede Widespace nel ruolo di Gold Sponsor.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.