Ufficiale: addio ai cellulari Nokia, ora sono Microsoft Mobile

Redmond completa l’acquisizione della divisione Devices and Services dell’azienda finlandese. Il brand Nokia, per ora, dovrebbe essere mantenuto. L’a.d. Nadella: “continueremo a innovare insieme”

di Simone Freddi
26 aprile 2014
Microsoft acquisisce Nokia

Rispettando gli annunci fatti in settimana, nella giornata di venerdì 25 Microsoft ha confermato con un comunicato stampa di aver completato l’acquisizione della divisione Devices and Services di Nokia.

“Diamo il benvenuto alla divisione Devices and Services di Nokia che da oggi entra a far parte della nostra famiglia. Le capacità e gli asset nell’ambito dei dispositivi mobile che Nokia porta con sé ci faranno progredire nel nostro percorso di trasformazione”, ha affermato Satya Nadella, ceo di Microsoft.

La chiusura dell’acquisizione, si legge nella nota, rappresenta “il primo passo nell’integrazione delle due organizzazioni aziendali in un unico team” sotto l’egida del colosso di Redmond, che così compie una significativa accelerazione nel suo percorso di riposizionamento nel mercato tecnologico mondiale. “Insieme ai nostri partner, continueremo a perseguire l’obiettivo di creare più velocemente innovazione per il nostro mondo basato su un approccio mobile-first, cloud-first”, ha detto ancora Nadella.

Nell’ambito dell’integrazione delle due aziende, Stephen Elop, ex presidente e ceo di Nokia, assume il nuovo ruolo di vice presidente esecutivo di Microsoft Devices Group, a diretto riporto di Nadella. A Elop va quindi la guida della divisione che si occupa di device e include gli smarthphone Lumia e i Tablet, i telefoni Nokia, l’hardware Xbox, Surface oltre ai prodotti e accessori Perceptive Pixel (PPI). Insieme a Elop, l’integrazione di Nokia permette a Microsoft di accogliere in famiglia un gran numero di professionisti del settore di grande esperienza, provenienti da oltre 130 sedi in 50 paesi del mondo, tra cui alcuni centri di progettazione, sviluppo, produzione, commercializzazione e vendita di un’ampia gamma di dispositivi “smart”, oltre a dispositivi e servizi mobile.

Nell’ambito dell’annuncio del completamento dell’acquisizione, Microsoft ha sottolineato come nel segmento degli smartphone, Windows Phone sia l’ecosistema in maggiore crescita e con un portafoglio di dispositivi pluripremiati in costante espansione. Secondo IDC, nel quarto trimestre del 2013, Windows Phone ha rinforzato la sua posizione tra i tre principali sistemi operativi per smartphone, posizionandosi come la piattaforma a più rapida crescita tra i maggiori sistemi operativi grazie a una crescita del 91% su base annua. In Italia, in particolare, i consumatori hanno apprezzato i vantaggi offerti dalla famiglia Nokia Lumia con il sistema operativo Windows Phone, consentendo alla piattaforma di raggiungere una quota di mercato rilevante.

A Redmond però non si guarda però solo al mercato premium: con la divisione dei telefoni cellulari di Nokia, Microsoft punterà infatti anche al segmento di mercato dei device a basso costo, un’opportunità valutata intorno ai 50 miliardi di dollari annui, con l’obiettivo di offrire la prima esperienza mobile al prossimo miliardo di persone ed estendendo i servizi Microsoft a nuovi clienti in tutto il mondo.

Non ci sono certezze sul futuro del marchio Nokia sui telefonini, che stando alle indiscrezioni dovrebbe essere mantenuto, almeno nell’immediato. Microsoft ha comunque già fatto sapere che adempirà agli obblighi di garanzia verso i clienti Nokia per i dispositivi già esistenti.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.