Nokia tradisce Microsoft: al lavoro sul suo primo telefono Android

Secondo il WSJ, si tratterebbe di un modello “low cost” in grado di fare breccia nei mercati emergenti, e dovrebbe vede la luce a fine mese al Mobile World Congress di Barcellona

di engage
12 febbraio 2014
Nokia logo

Nokia tradisce Microsoft e si prepara a lanciare il suo primo smartphone con sistema operativo Android.

Secondo indiscrezioni del Wall Street Journal, il marchio finlandese starebbe puntando su un modello “low cost” in grado di fare breccia nei mercati emergenti, gli unici a garantire volumi di crescita sostanziosi nell’arena ormai affollata della telefonia mobile. L’indiscrezione arriva dal Wall Street Journal, secondo il quale la nuova “creatura” vedrà la luce a fine mese al Mobile World Congress di Barcellona.

Certamente un piccolo “colpo” all’alleanza con Microsoft – che entro poche settimane completerà l’acquisizione della divisione mobile di Nokia – ma non del tutto in effetti. Questa mossa infatti consentirebbe in ogni caso al colosso di Redmond di incrementare i volumi di vendite e di potersi concentrare sulla domanda di modelli di fascia alta. L’operazione di Nokia, sottolinea il Wsj, potrebbe anche del resto essere una misura per dare a Microsoft il tempo di rinnovare il suo sistema operativo e renderlo più adatto a smartphone di fascia bassa. Nokia aveva rinunciato al suo sistema operativo Symbian tre anni fa in favore di Windows Phone (antagonista anche di iOS di Apple oltre che di Android) e a settembre scorso ha ceduto alla compagnia di Redmond la sua divisione mobile per quasi cinque miliardi e mezzo di euro.

Gli ingegneri Nokia, scrive il Wall Street Journal, stavano lavorando a un dispositivo Android, (nome in codice Normandy) prima che la trattativa con Microsoft fosse chiusa e non era chiaro, fino ad oggi, se avrebbe portato a compimento il progetto. La decisione sarebbe stata presa in considerazione del fatto che Windows Phone non viene utilizzato su smartphone “low cost”, che invece sono fonte di crescita ed erano uno dei settori in cui Nokia eccelleva. In India ad esempio, mercato in cui i telefonini Symbian avevano fino a qualche anno fa una grossa fetta di mercato, Android lo scorso anno era installato sul 93% dei telefoni consegnati (stime Idc). Il nuovo dispositivo Nokia-Android punterebbe non a caso a farsi largo nei mercati emergenti e sarà diverso dalla maggior parte degli smartphone Android in commercio. Non avrà l’accesso ad alcune app del Google Play Store ma avrà preinstallati servizi creati da Nokia e Microsoft, come le mappe Here e il servizio di musica in streaming MixRadio. Mossa simile a quella di Amazon, che per i tablet Kindle usa una versione rivista e personalizzata di Android.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.