Caiazzo, Teads: «Innovazione continua che stimola il mercato»

La società ha recentemente lanciato una nuova suite di formati inRead sviluppati esclusivamente per gli smartphone. Il managing director: «Le aziende hanno capito l’importanza del canale mobile, inclusa la necessità di sviluppare creatività ah hoc»

di Simone Freddi
23 maggio 2016
Dario-Caiazzo-teads
Dario Caiazzo

«L’interesse che stanno suscitando i nostri nuovi formati pubblicitari mobile, come il Vertical e lo Square, è segno che le aziende hanno capito l’importanza del canale mobile, inclusa la necessità di sviluppare creatività ah hoc, native e non intrusive per l’utente». Parola di Dario Caiazzo, managing director di Teads Italia, al Festival of Media Global 2016 di cui la società è tra i Founder Partners.

Nel corso dell’evento Jeremy Arditi, SVP International di Teads, ha raccontato in un panel dal titolo Unifying Global Mobile, Video and Display Advertising i percorsi di ricerca che hanno portato Teads a sviluppare una serie di nuovi prodotti inRead, al 100% pensati per essere erogati solo su mobile e costruiti sulla base di come l’utente utilizza il proprio smartphone (sul mercato italiano questi formati sono disponibili da aprile, qui l’articolo dedicato).

  «Molte ricerche hanno già dimostrato che la maggior parte dei video vengono visualizzati con il dispositivo in posizione verticale. Le creatività sono più efficaci se sviluppate di conseguenza, come dimostrano piattaforme come Snapchat in cui il video verticale è già lo standard», spiega Caiazzo.

In un contesto in cui il video dev’essere al centro delle strategie che i brand devono seguire per ottimizzare la loro esperienza comunicativa su mobile, «le soluzioni native sono il miglior mezzo per raccontare il brand in un’ottica multiscreen –continua Caiazzo -. Inoltre, l’elemento del video, magari in programmatic, è anche quello grazie al quale gli editori possono valorizzare al meglio la propria inventory mobile. Come Teads, il nostro scopo è quello di trasformare questi interessi convergenti in esperienze pubblicitarie piacevoli per gli utenti, oltre che offrire al mercato nuovi stimoli per innovare».

Intanto in Teads, che è stata recentemente riconfermata da comScore al primo posto nella classifica di comScore del Video adv Ecosistem, è in atto una riorganizzazione del team italiano, dopo il ritorno di Andrea Febbraio nell’advisory board. Oltre all’ingresso di Caiazzo come managing director, a breve è attesa anche l’ufficializzazione di un nuovo direttore commerciale. «L’obiettivo per il 2016 è confermare la robusta crescita che la società ha a livello internazionale, valorizzando gli elementi differenzianti che la società può vantare rispetto ai competitor», afferma caiazzo. Elementi che hanno portato un top publisher come RCS a scegliere Teads come partner unico nella distribuzione del formato inRead.

«L’accordo con RCS rafforza il nostro posizionamento di network esclusivamente Premium», commenta Caiazzo. «Partnership di questo tipo sono uno tra gli elementi chiave della nostra strategia di crescita e intendiamo proseguire su questa strada, puntando anche su editori molto forti su verticalità per noi strategiche», conclude il manager.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.

Social media & sharing icons powered by UltimatelySocial