Yahoo, negoziati con Verizon per la cessione degli asset

Il colosso statunitense delle telecomunicazioni avrebbe battuto la concorrenza degli altri potenziali acquirenti

di Andrea Salvadori
22 luglio 2016
Yahoo

Yahoo sta puntando a vendere i suoi asset core a Verizon Communications. Il valore dell’operazione dovrebbe essere vicino ai 5 miliardi di dollari ma l’acquisizione non dovrebbe riguardare, oltre alle partecipazioni in Alibaba Group Holding e Yahoo! Japan, anche il pacchetto di brevetti e una serie di proprietà immobiliari, come richiesto da Verizon.

Marissa-Mayer
Marissa Mayer

Sarebbe questo dunque l’orientamento del management del colosso internet di Sunnyvale, dopo che negli scorsi giorni sono pervenute le ultime e definitive offerte da parte dei contendenti. Secondo la stampa americana, il colosso statunitense delle telecomunicazioni avrebbe dunque battuto la concorrenza degli altri potenziali acquirenti e sarebbe ora impegnato in negoziati diretti con il gruppo californiano guidato dal Ceo Marissa Mayer. Un annuncio, riferisce l’agenzia di stampa Bloomberg, è atteso nei prossimi giorni.

Le società rimaste in lizza per acquisire le attività messe in vendita da Yahoo erano, secondo quanto trapelato a inizio settimana, cinque: oltre a Verizon, At&T, Vector Capital Management, Tpg  e la cordata messa in piedi da Dan Gilbert, co-founder di Quicken Loans, che avrebbe coinvolto nella sua avventura anche il miliardario Warren Buffet.

Yahoo aveva annunciato a inizio anno la vendita dei suo asset core, tra cui Yahoo! Mail, il motore di ricerca, la piattaforma di advertising online e i siti d’informazione finanziaria e sportiva. Amazon si è fatto subito avanti quando Marissa Mayer, a causa dei cattivi risultati della società ottenuti sotto la sua gestione, aveva annunciato che intendeva esplorare alternative strategiche. Ex manager di Google, Marissa Mayer era stata accolta in Yahoo nel 2012 come la persone giusta per imprimere una svolta alla società. Le aspettative però sono state deluse.

tim-armstrong-yahoo-verizon
Tim Armstrong

Con l’eventuale acquisizione Verizon rafforzerebbe ulteriormente la sua presenza nel comparto dell’advertising online, dopo essersi aggiudicata Aol nel giugno del 2015 per 4,44 miliardi di dollari, lanciando così la sfida ai colossi del web Google e Facebook. 

Aol, la società guidata dal Ceo Tim Armstrong (destinato a sostituire Marissa Mayer nel caso l’operazione Yahoo! andasse in porto), possiede, tra le altre, realtà come Techcrunch, Engadget e l’Huffington Post. Nel settembre del 2015 Aol ha comprato Millennial Media, società statunitense specializzata nello sviluppo del mobile advertising, per 250 milioni di dollari.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.