Vivendi voterà contro il riassetto di Mediaset

La società francese ha intanto presentato una richiesta al Tribunale di Milano diretto a ottenere un provvedimento urgente idoneo a tutelare il diritto di partecipare e votare all’assemblea straordinaria degli azionisti del gruppo di Cologno convocata il prossimo 4 settembre

di Lorenzo Mosciatti
26 agosto 2019
mediaset-620x348.jpg

Nuovo capitolo nello scontro tra Mediaset e Vivendi.

La società francese ha presentato una richiesta al Tribunale di Milano diretto a ottenere un provvedimento urgente idoneo a tutelare il diritto di partecipare e votare, con le azioni a lei intestate, pari al 9,99% dei diritti di voto, all’assemblea straordinaria degli azionisti di Mediaset convocata il prossimo 4 settembre. La richiesta, spiega Vivendi in una nota, è stata avanzata dopo che “il Consiglio di amministrazione di Mediaset le ha impedito di votare all’ultima assemblea degli azionisti tenutasi il 18 aprile 2019”.

Vivendi ha inoltre annunciato di voler votare contro il riassetto di Mediaset annunciato lo scorso giugno in occasione sempre dell’assemblea prevista per il 4 settembre. La decisione è stata presa “avendo valutato i diritti che sarebbero riconosciuti, o negati, agli azionisti di minoranza, e a Vivendi in particolare, dal proposto statuto di MFE-MediaForEurope”.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.