Vanity Fair, crescono digital e progetti speciali. Al via Vanity Fair Stories

Per quanto riguarda il periodo gennaio-ottobre 2019, il cartaceo ha visto una raccolta il linea con l’andamento del mercato. E’ positiva la raccolta sul digitale, che cresce del 12%, e la parte progettuale ed eventi, che segna un +36%

di Caterina Varpi
13 novembre 2019
Simone Marchetti; Francesca Airoldi; Cristiana Capotondi; Cristina Lucchini; Malcom Pagani
Simone Marchetti; Francesca Airoldi; Cristiana Capotondi; Cristina Lucchini; Malcom Pagani

Vanity Fair ha presentato oggi la seconda edizione dell’evento Vanity Fair Stories, che si terrà a Milano il 23 e 24 novembre. La conferenza stampa è stata l’occasione per fare il punto sull’andamento del magazine di Condé Nast Italia.

A margine dell’incontro con la stampa, Francesca Airoldi, Chief marketing officer Condé Nast Italia, ha parlato dei risultati della testata diretta da dicembre dell’anno scorso da Simone Marchetti: «Per quanto riguarda il periodo gennaio-ottobre 2019, il magazine cartaceo Vanity Fair ha visto una raccolta il linea con l’andamento del mercato. E’ positiva, invece, la raccolta sul digitale, che cresce del 12%, e la parte progettuale ed eventi, che segna un +36%. I progetti speciali pesano per il 47% sulla raccolta digital. Sul totale della raccolta, invece, la parte progettuale e gli eventi pesano il 20% mentre il digital pesa per il 24%. La stampa, che mantiene la parte preponderante, è in sofferenza ma è bilanciata dai buoni risultati degli altri ambiti, per cui l’intero sistema è in pareggio rispetto allo stesso periodo del 2018».

Per quanto riguarda il Gruppo, da gennaio a ottobre, «La stampa è in sofferenza rispetto al digital e ai progetti speciali. Sul web la display è flat mentre vanno bene i progetti speciali, che pesano il 57% sulla raccolta digital. Positiva la raccolta anche sulla parte progettuale e sugli eventi, che cresce del 16% rispetto all’anno scorso».

Vanity Fair Stories, il Festival

Dopo i buoni risultati dello scorso anno, con 20.000 partecipanti e 200.000 visualizzazioni in live streaming su social e sito, l’evento gratuito e aperto al pubblico triplica i suoi spazi: la location sarà infatti quella del The Space Cinema Odeon. Cresce anche il numero degli ospiti che passa dai 52 dello scorso anno ai 72 del 2019. Bene anche la raccolta che cresce del 50% in confronto all’edizione passata. Sono aumentati, infatti, anche i partner del festival, dai 15 dello scorso anno, quasi tutti riconfermati, ai 20 di questa edizione.

L’evento, patrocinato dal Comune di Milano, a cui ci si potrà iscrivere da lunedì prossimo tramite il sito o la app, vedrà la partecipazione di numerosi ospiti, con talk, experience, performance, live music, anteprime e proiezioni in esclusiva. Il Festival vuole presentarsi come un giornale vivente, un palcoscenico live. Durante la due giorni si alterneranno sul palco cantanti, attori, registi, sceneggiatori e scrittori, in una modalità di racconto che porta il pubblico a sperimentare dal vivo lo storytelling e le esclusive della testata.

Tra gli ospiti segnaliamo il giornalista e saggista Lirio Abbate, l’attrice Ambra Angiolini, la cantautrice Malika Ayane, l’attore Luca Barbareschi, il duo Benji & Fede, la giornalista Daria Bignardi, l’étoile Roberto Bolle, l’attore Alessio Boni, il calciatore Gigi Buffon, l’attrice Margherita Buy, il premio Oscar Milena Canonero, l’autrice e conduttrice Daniela Collu, l’attrice e conduttrice Lodovica Comello, l’attrice Cristiana Capotondi, la conduttrice Ilaria D’Amico, il cantautore Francesco De Gregori, l’Amministratore Delegato di Rai Cinema Paolo Del Brocco, l’attore e regista statunitense Matt Dillon, ll’ex calciatore Samuel Eto’o, l’attore Pierfrancesco Favino, il regista Paolo Genovese, l’attrice Claudia Gerini, l’attrice e comica Caterina Guzzanti, l’attore e comico Corrado Guzzanti, il cantante Luciano Ligabue, volto tv e conduttrice radiofonica Mara Maionchi, l’attore Valerio Mastandrea, il regista Gabriele Muccino, il conduttore televisivo Andrea Pezzi, l’attrice Virginia Raffaele, l’attore Riccardo Scamarcio, l’attore Alessandro Siani, l’attrice Kasia Smutniak, il Presidente di RTL 102.5 Lorenzo Suraci, il regista e produttore cinematografico Enrico Vanzina, il cantante Antonello Venditti e l’attore Luca Zingaretti.

La sera del 23 novembre, con la partecipazione speciale di Alessandro Cattelan, si terrà un evento nell’evento, su invito, durante il quale verranno consegnati i Vanity Fair Awards. Vanity Fair Stories si concluderà con una serata musicale in acustico domenica 24 novembre dalle ore 21:30 con Malika Ayane, Clavdio, Franco126, Fulminacci, Filo Vals, Levante, Emma Marrone.

L’evento sarà promosso da una campagna sulle testate del Gruppo, con affissioni a Milano in Piazza San Babila, in partnership con Urban Vision. Ci sarà una programmazione anche sui quotidiani e attività di guerrilla marketing.

Il main partner dell’evento, come lo scorso anno, è Skoda, che sarà presente con l’anteprima italiana del nuovo City Suv Kamiq, che completa la famiglia a ruote alte del brand. Gli altri partner sono Tendercapital Productions, Edison, con una serie di docu-film che illustrano il concetto di Human Energy, Berlucchi, Campari, Guerlain, Perris Monte Carlo, Motorola, Vitale Barberis Canonico, Zalando, 24Bottles, A+E Networks Italia, Rai Cinema, Sky, Taodue Film, Warner Bros. Entertainment Italia. I media partner sono Yes Milano, RTL 102.5, Urban Vision. Technical Partner è Verso, che ha realizzato l’app ufficiale di Vanity Fair Stories.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.