Twitter: ricavi e utili deludono il mercato ma gli utenti aumentano più del previsto

Sul rendimento del business pubblicitario hanno inciso negativamente alcuni bug che hanno colpito i prodotti della suite Mobile App Promotion

di Andrea Salvadori
24 ottobre 2019
twitter-620x348.jpg

Il titolo di Twitter è arrivato a perdere oggi più del 20% nelle contrattazioni pre-market che precedono l’apertura ordinaria della Borsa di New York.

Contrariamente a quanto avvenuto nel secondo trimestre del 2019, la società ha infatti chiuso il terzo trimestre dell’anno con ricavi e profitti minori di quanto atteso dal mercato, un risultato su cui ha pesato una frenata della crescita del fatturato pubblicitario. Inoltre, Twitter stima un quarto trimestre del 2019 con ricavi compresi tra i 940 milioni e 1,01 miliardi di dollari, contro gli 1,06 miliardi preventivati dagli analisti.

Il giro d’affari del social dei cinguettii è stato di 824 milioni di dollari, in crescita del 9% rispetto allo stesso trimestre del 2018, mentre l’utile per  azione adjusted è stato pari a 0,05 dollari, in diminuzione rispetto agli 0,14 dollari dello scorso anno e soprattutto agli 0,20 dollari per azione previsti dal consensus.

I ricavi pubblicitari di Twitter sono cresciuti nel trimestre dell’8% a quota 702 milioni di dollari: negli Stati Uniti l’incremento è stato dell’11% a quota 465 milioni, nel resto del mondo del 5% a 358 milioni. Aumenta del 23% la capacità degli annunci pubblicitari di coinvolgere gli utenti, ma diminuisce del 12% il “cost per engagement”, dal momento che gli inserzionisti hanno speso di meno per intercettare il proprio pubblico.

Twitter ha spiegato che sul rendimento del business pubblicitario hanno inciso negativamente alcuni bug che hanno colpito i prodotti della suite Mobile App Promotion, utilizzati per promuovere le applicazioni mobile attraverso il social, limitando la loro capacità di targetizzare gli annunci. Inoltre, alcune impostazioni di personalizzazione delle campagne e di gestione dei dati non hanno funzionato correttamente.

La società fondata e guidata dal ceo Jack Dorsey stima che questi inconvenienti abbiano ridotto la crescita delle entrate di almeno il 3% nel trimestre. E che continueranno a pesare sui conti della società anche nel quarto trimestre, determinando una diminuzione di 4 o più punti percentuali dei ricavi anno su anno.

Una nota positiva arriva infine dal numero di utenti medi giornalieri monetizzabili, pari a 145 milioni, in aumento del 17%. Il mercato si attendeva 3 milioni di utenti in più per il social, Twitter ne ha aggiunti invece 6 milioni.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.