Teads, accordo con Hearst per inRead e Viewable Display

La tech company diventa partner unico del gruppo editoriale per il territorio nazionale: affiancherà la sua forza vendita sul segmento outstream

di Alessandra La Rosa
15 gennaio 2019
Corinna-Marrone-Lisignoli
Corinna Marrone Lisignoli

Il 2019 di Teads si apre all’insegna di un importante accordo. La società ha infatti stretto una partnership annuale con Hearst Italia, che renderà la tech company partner unico della società per il territorio nazionale, affiancando la forza vendita dell’editore sul segmento outstream. Si tratta dei video pubblicitari che compaiono in modo autonomo all’interno dei testi degli articoli, senza essere inseriti in un flusso video (instream) dell’editore, come avviene invece nel caso di preroll o postroll, collocati all’inizio o alla fine di una clip.

Teads erogherà in esclusiva la suite inRead e la suite Viewable Display su tutta l’inventory dello storico gruppo editoriale. Hearst – che pubblica Elle, Marie Claire, Esquire, Cosmopolitan, Elle Decor, Marie Claire Maison, Gente – adotterà i formati di Teads, si legge in una nota, “per guidare l’incremento delle revenue provenienti dai video pubblicitari e dal display advertising rispettando, al tempo stesso, l’esperienza di navigazione dei propri utenti”.

Da qualche anno a questa parte, Hearst ha scelto di compiere investimenti massicci sul canale digitale con elle.it, marieclaire.it, cosmopolitan.it, elledecor.it, esquire.it tra i principali siti nel panorama web italiano. Nel 2017, con Hearst Digital, la struttura digitale per i brand del gruppo, ha rafforzato la strategia con content team dedicati al digitale, elevando la qualità dei suoi contenuti. Inoltre, la grande capacità di presidio del mondo fashion e luxury ha permesso la nascita di “Elle Network“, che vede la presenza di marchi di grande prestigio in partnership con Hearst Italia.

«Poter annoverare tra i propri partner in esclusiva un publisher del calibro di Hearst è un privilegio che solo pochi player al mondo hanno – commenta Corinna Marrone Lisignoli, Publisher Director di Teads Italia -. Teads, negli ultimi 12 mesi, si è impegnata – da un lato – a costruire e consolidare un’offerta unica, capace di coprire differenti verticali grazie ad accordi con gli editori più prestigiosi di ogni segmento. Dall’altro, a mettere questi stessi editori nelle condizioni di essere più competitivi rispetto ai cosiddetti “Over The Top”, senza però trascurare la user experience. E questa sarà la nostra strategia anche per il 2019».

giacomo-moletto-hearst
Giacomo Moletto

«La collaborazione con Teads – aggiunge Giacomo Moletto, CEO Hearst Italia e Western Europe – ci sta a cuore per due ragioni: dal punto di vista degli utenti garantisce un’esperienza di qualità sugli smartphone, fornendo contenuti pubblicitari che arricchiscono la navigazione e l’ingaggio; da quello degli inserzionisti offre un contesto di fruizione sicuro, all’altezza delle loro aspettative, con certificazione di viewability, la metrica digitale standard per misurare il tasso di effettiva visualizzabilità di un annuncio. Una soluzione vincente per le nostre testate e per i marchi degli investitori».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.