Svelato il nuovo Marieclaire.it: mobile, social e native oriented

Baricentri della proposta editoriale sono Beauty e Moda, focus già rappresentativi della testata di Hearst Magazines. Tra i clienti che dovrebbero a breve comparire sul sito ci sono Dior, Channel e Prada. A novembre il rilancio di Cosmopolitan.it

di Teresa Nappi
16 settembre 2014
MarieClaire_sito_Beta

Parte da una release del sito inedita il nuovo “sistemaMarie Claire, testata femminile leader nei settori Beauty, Moda e Lusso di Hearst Magazines.

Online dal 1 settembre in versione beta, il website sarà definitivamente rilasciato nella sua nuova veste alla fine di questo mese, ma nel frattempo oggi ne sono stati svelati i dettagli principali.

Orientato al mobile, il sito – che prima del restyling si attestava su una media di 800.000 browser unici al mese, con media giornaliera di 40/50 mila utenti – è ora adaptive e responsive e presenta una forte integrazione con la testata cartacea oltre ad ammiccare ai social network.

Integrazione e innesto sono infatti le parole chiave utilizzate in sede di conferenza stampa dai vertici di Hearst – nello specifico Maria Vittoria Pozzi, vicedirettore di Marie Claire, Davide Burchiellaro, vicedirettore Marie Claire e responsabile di Marieclaire.it, Marco Cancelliere, direttore generale Hearst Magazines Italia Advertising, Biagio Stasi, digital and strategy director di Hearst Magazines Italia, e Michela Alpi, publisher di Elle Italia e Marie Claire Italia – per descrivere la nuova destinazione online delle lettrici/utenti di Marie Claire, nel senso che l’impegno del gruppo in questo caso è stato volto a rendere omogeneo e riconoscibile il brand su qualsiasi canale venga approcciato dal suo pubblico.

Per farlo si è iniziato dal logo che ha perso il .it ritornando alla testata originale. Poi lavorando sulla redazione, ora totalmente integrata con quella del magazine, e su produzione di contenuti come sempre di qualità, da cui possa trasparire l’originalità e lo stile – seppur adattato a quello del web – di Marie Claire.

Centrali nella proposta di contenuti i due focus più rappresentativi della testata, Moda e Beauty, a fronte del fatto che – soprattutto i temi legati alla bellezza – trainano il 40% del traffico al sito, restando in linea con quanto Hearst Magazines registra online prendendo in considerazione Elle e Marie Claire insieme: i due temi per entrambe le testate garantiscono il 75/80% del traffico ai siti.

Il nuovo sistema si presenta e si compone dunque di testata cartacea mensile, website, pagine e profili ufficiali sui social network (Facebook, Twitter, Instagram e Pinterest), e-mag ed eventi sul territorio, tra cui va citato il Marie Claire Magic Accessories, mostra open air al via domani in via della Spiga a Milano in occasione dell’inizio della settimana della moda.

Quest’evento in particolare rappresenta un tassello del più ampio progetto multicanale Marie Claire Fashion & Accessories Issue, che è prima di tutto un numero in due volumi della testata da oggi in edicola – con copertina firmata Rebecca Moses – dedicato al meglio della moda quanto degli accessori (disponibile anche in versione digitale); e poi video originali che trovano nel sito la propria casa naturale. La raccolta del numero in due volumi è pari a 330 pagine pubblicitarie su 856 complessive.

Restando in tema pubblicità e tornando al nuovo sito, qui gli spazi adv sono studiati da un lato per “innestarsi” armoniosamente con i contenuti, ma anche per gratificare gli spender. Infatti, mutuando la logica del mag, ogni pagina navigata sarà interessata dagli annunci di un singolo inserzionista.

Tra questi si annoverano già Channel, Dior e Prada, presto presenti sul sito.

La proposizione su questo fronte sarà dunque chiara, efficace e sempre più integrata con il contesto editoriale, spingendo anche in questo caso sul native advertising. Sotto questo cappello si fanno rientrare anche le nuovissime Shop List di Marieclaire.it, al via la prossima settimana, presenti sul sito sotto forma si pulsante di sottofondo che segue la navigazione. Al suo interno nome e logo del brand partner saranno ben visibili, come anche il collegamento all’ecommerce, lo store locator e i codici sconto per le lettrici di Marie Claire.

Ma non solo. Saranno presto presenti nuove iniziative di native advertising, pensate per il cliente come un’interpretazione della pubblicità da parte della redazione.

L’arrivo del nuovo sito sarà annunciato attraverso i mezzi del gruppo e una campagna su testate BtoB, oltre che con azione sui social del brand quanto del network Hearst.

Nota a margine va fatta per il nuovo Cosmopolitan.it, che sarà lanciato a novembre.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.