Sky Italia affida la raccolta delle property digitali a Italiaonline

Siglata tra le due società una partnership anche editoriale, che prevede l’integrazione nelle homepage di Libero e Virgilio di una serie di contenuti del broadcaster. Video, progetti speciali e programmatic nell’offerta pubblicitaria

di Alessandra La Rosa
26 novembre 2015
Gabriele-mirra-italiaonline
Gabriele Mirra

Due grandi media company uniscono le forze in campo digital.

Si tratta di Italiaonline e Sky Italia, che dal primo dicembre daranno il via a una nuova partnership strategica, che consentirà di mettere a fattor comune, sui canali web, i servizi e la vasta audience digitale di Italiaonline con alcuni fra i brand di maggior appeal del mondo Sky.

Due i fronti su cui si svilupperà la collaborazione: il primo, commerciale, prevede l’affidamento della raccolta in esclusiva delle web property di Sky Italia a Italiaonline: dai siti di Sky TG24 e Sky Sport, a quelli di Sky Cinema e Sky Arte, passando per i differenti siti dei canali e dei programmi del gruppo.

Il secondo, editoriale, vedrà invece Italiaonline integrare nelle homepage dei suoi portali, inizialmente Libero.it e Virgilio.it, una serie di contenuti che potranno essere visualizzati e approfonditi sui siti verticali Sky (skytg24.it, skysporthd.it e skycinema.it), secondo uno schema peraltro già collaudato con Mediaset (i contenuti dei due broadcaster convivranno sui portali). La internet company, inoltre, metterà a disposizione il proprio know how nel web design, collaborando con Sky per rinnovare alcune web property del gruppo, a cominciare dal sito di Sky TG24 per passare poi a quello di Sky Sport e Sky Cinema, per i quali sono previsti a breve i restyling, a cui poi seguiranno quelli degli altri siti.

Sempre nell’ottica di una partnership commerciale esclusiva, infine, Italiaonline e Sky realizzeranno insieme alcuni eventi crossmediali legati a campagne di digital advertising di grandi clienti.

«La partnership con Italiaonline consentirà di dare ancora più valore alle property digitali Sky, sia in termini di raccolta pubblicitaria sia di sviluppo di prodotti innovativi per gli utenti italiani – ha commentato Aldo Agostinelli, digital marketing and sales director di Sky Italia -. La fruizione di contenuti video cresce a ritmi molto più sostenuti rispetto a quella dei contenuti esclusivamente testuali e la collaborazione con Italiaonline ci permetterà di aprire nuove opportunità di crescita anche sul web, ampliando la platea digitale dei contenuti Sky disponibili sui nostri siti verticali di news, sport e intrattenimento».

L’accordo è stato presentato oggi, 26 novembre, in occasione di un press lunch. «Contenuto e distribuzione sono i principali asset per avere successo online – ha dichiarato Giovanni Ciarlariello, executive vice president di Sky Italia -. Sky produce contenuti video di qualità e, nella partnership con Italiaonline, vediamo un modo per amplificare la loro distribuzione, soprattutto su mobile».

Per quanto riguarda la gestione della raccolta, che precedentemente era in carico a WebSystem e che è stato affidato a Italiaonline in seguito a una gara, abbiamo chiesto a Gabriele Mirra, chief operating officer di Italiaonline, come si comporrà l’offerta gestita dalla concessionaria: «Gran parte dell’offerta delle property digitali di Sky sarà naturalmente video, vista la mole di contenuti prodotti dal broadcaster. E del resto, il video è tra i segmenti della pubblicità digitale che crescono maggiormente. Gli inserzionisti potranno contare su contenuti di qualità e grandi audience». Spazio, naturalmente, anche a progetti speciali «legati ai contenuti di punta del broadcaster» e, non da ultimo, al programmatic. Sky infatti vende già una parte della propria inventory digitale in modalità automatizzata, e ora «lavoreremo insieme per rafforzare ulteriormente questa tipologia di vendita», ha detto il coo di Italiaonline.

La internet company, del resto, è da sempre stata promotrice del programmatic, che attualmente «vale per noi una percentuale superiore alla media del mercato, che per quest’anno è stimata tra il 15 e il 20% del totale digital», ha specificato Mirra.

Novità editoriali per Italiaonline

Intanto Italiaonline, in seguito alla fusione con Seat PG, continua sulla strada dell’innovazione editoriale. «Nei prossimi mesi ci concentreremo su due o tre ambiti specifici, con una serie di nuovi verticali – ha spiegato Mirra -: il food, il benessere e l’arredamento. Tre campi che sono legati a importanti ecosistemi di professionisti e pmi, anche a livello locale, cui guardiamo con molto interesse e che intendiamo presidiare con soluzioni ad hoc, che coinvolgeranno anche l’ecommerce».

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.