Skuola.net festeggia 14 anni
E la crescita continua

I fondatori Daniele Grassucci e Marco Sbardella fanno il punto su numeri e novità di un portale che non smette di fare tendenza parlando agli studenti. Nel 2013 ricavi adv a +20%

di Teresa Nappi
03 marzo 2014
Daniele Grassucci - Marco Sbardella Skuola.net
Da sinistra: Daniele Grassucci e Marco Sbardella

Quattordici candeline una per ciascun anno di vita. E’ questo il traguardo raggiunto il 1° marzo da Skuola.net, il portale al servizio degli studenti dove reperire tutto ciò di cui si ha bisogno per essere facilitati nell’esperienza tra i banchi di scuola.

All’epoca della sua nascita, nel 2000, internet era nelle case di pochi fortunati, non esisteva Wikipedia e gli studenti affamati di sunti e traduzioni si rivolgevano ai bigini. Quasi tre lustri dopo Skuola.net è diventato una realtà di riferimento che attualmente sviluppa 2,4 milioni di unique browser al mese, a cui si aggiungono una fan page da 600.000 fan e un’app che ha collezionato in un solo anno oltre 250.000 download complessivi su Google Play, App Store, Amazon Apps.

Nel corso del tempo Skuola.net ha ovviamente ampliato il format della propria proposta, affiancando agli ultra collaudati appunti contenuti editoriali di tipo informativo dedicati ai principali aspetti della vita dei giovani: da quelli legati all’istruzione a quelli più di costume su argomenti come la scelta di un viaggio o l’approccio con l’altro sesso.

La qualità di tali contenuti ha consentito a Skuola.net in pochi anni di diventare un punto di riferimento anche per i mezzi di comunicazione, tale da essere content provider per Tgcom24.it, LaStampa.it, per il free press Leggo e curare rubriche editoriali stabili con canali televisivi come Tgcom24 e radiofonici come m2o.

Ovviamente anche gli studenti premiano queste scelte editoriali, perché i visitatori fanno registrare al sito ottime performance in termini di tempo di permanenza e profondità della visita.

Da qui la credibilità del sito anche per gli advertiser. Chi comunica su Skuola.net non solo raggiunge le “teste” uniche che compongono la community di studenti, ma anche la loro attenzione. Questo è fondamentale per progetti di comunicazione che oggi vanno per la maggiore, come il native advertising campo in cui Skuola.net vanta una grande esperienza, già prima che questi progetti diventassero una vera e propria tendenza in pubblicità.

«I nostri clienti non pianificano semplicemente pubblicità» spiega Marco Sbardella, head of Marketing and Business Development di Skuola.net, che continua: «Hanno piuttosto accesso a un vero e proprio “atelier” dove l’editore, insieme alla nostra concessionaria Mediamond Digital, costruisce su misura un progetto fatto di un percorso editoriale personalizzato sul sito, attività di ricerca di mercato sul target giovane, campagne di PR, copertura media degli eventi, presenza sul territorio nelle attività organizzate con gli utenti quali eventi, viaggi o il tour nelle università».

Non stupisce dunque che nel 2013 siano stati numerosi i brand che hanno provato con soddisfazione questo tipo di servizi, appartenenti a varie categorie merceologiche. Da MSC Crociere ad Alpitour passando per Durex, senza dimenticare realtà educational quali EF Education, Alpha Test, John Cabot University solo per citarne alcuni. E anche per il 2014 ci sono sia conferme che nuove prenotazioni da parte di grandi player per questo tipo di attività, che rappresenteranno il fiore all’occhiello di un’offerta commerciale molto apprezzata, dato che l’anno appena trascorso si è concluso con una crescita dei ricavi pubblicitari del 20%.

Motivato da questo e dalla volontà di rendere un servizio sempre più completo agli studenti, il team di Skuola.net non arresta il proprio impegno nell’evoluzione del prodotto. Da qui la messa online di pochi mesi dello Skuola.net Store, il primo marketplace dedicato alla compravendita online degli appunti universitari.

«Grazie a noi gli studenti non devono andare più in copisteria per trovare i migliori appunti» spiega Daniele Grassucci, head of Content and Communication di Skuola.net, che continua: «Ora possono scaricarli direttamente online pagando l’autore del contenuto. Una soluzione destinata a rivoluzionare il business degli appunti nei prossimi anni e che già oggi sta permettendo ai nostri migliori publisher di sostenersi negli studi grazie a introiti di qualche centinaio di euro al mese».

Un impegno anche sul territorio

Skuola.net è anche molto attivo offline, sul territorio e sempre con l’obiettivo di rendere la vita degli studenti e dei giovani un po’ più semplice. Con questa mission presta il proprio supporto ad iniziative come “Una vita da social“, la campagna itinerante sviluppata dalla Polizia Postale e delle Comunicazioni che vede la partecipazione delle principali aziende nazionali e multinazionali operanti sul web con l’obiettivo di aiutare gli utenti della rete a navigare in piena sicurezza e a gestire con consapevolezza e controllo i dati condivisi online. Oltre a Skuola.net, troviamo dunque nomi come Facebook, YouTube, Google e ancora Vodafone, Wind e tantissime altre realtà.

L’obiettivo delle attività di formazione è insegnare ai ragazzi a sfruttare le potenzialità comunicative del web e delle community online senza correre rischi connessi all’adescamento, al cyber bullismo, alla violazione della privacy altrui e propria, al caricamento di contenuti inappropriati, alla violazione del copyright e all’adozione di comportamenti scorretti o pericolosi per sé o per gli altri.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.