Seat PG, ricavi stabili e margini in crescita dopo la fusione con Italiaonline

Approvato il piano industriale 2016-2018 del gruppo risultante dalla fusione per incorporazione di Italiaonline in SEAT, che resterà quotato a Milano. Nel 2015 fatturato consolidato a 448 milioni di euro

di Simone Freddi
18 gennaio 2016
Antonio-Converti

Il Consiglio di Amministrazione di Seat Pagine Gialle ha approvato il piano industriale 2016-2018 del gruppo risultante dalla fusione per incorporazione di Italiaonline in SEAT, che resterà quotato sulla Borsa di Milano.

Secondo la nota emessa dalla società, il piano prevede un’Ebitda margin in crescita dal 9% del 2015 al 25%-30% alla fine del periodo di piano, un tasso di crescita medio annuo (CAGR) dell’Ebitda fra 40-45% e ricavi sostanzialmente in linea o leggermente superiori rispetto al dato normalised 2015, pari a 448,6 milioni di euro.

“L’operazione di fusione – dichiara Antonio Converti, amministratore delegato di SEAT e Italiaonline – darà vita all’operatore leader nel mercato italiano della pubblicità digitale per grandi account e nei servizi di comunicazione per le piccole e medie imprese, che costituiscono l’ossatura del tessuto economico italiano. In tale contesto, la nuova realtà avrà rilevanti potenzialità di crescita e rappresenterà per l’Italia un potente strumento di sviluppo e digitalizzazione. In questa direzione s’inseriscono le linee guida e di sviluppo” approvate “per il triennio 2016-2018 con l’obiettivo di creare i presupposti per una crescita duratura e sostenibile nel tempo”.

In particolare, il piano industriale prevede una serie di azioni strategiche al fine di conseguire la sostenibilità del business nel medio-lungo termine, mirando sia alla stabilizzazione della base della clientela e dei ricavi sia al ritorno della marginalità operativa, in costante miglioramento nell’arco temporale di piano, ai livelli prossimi a quelli dei peers, tenendo conto altresì delle opportunità e dei benefici derivanti dalle sinergie di integrazione.

È, inoltre, previsto un aumento dell’incidenza dei ricavi digital, dall’attuale 64% (dato normalised stimato nel 2015) a circa il 75%-80% dei ricavi attesi per il 2018.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.