Sciopero dei giornalisti della Gazzetta. E la prima del nuovo sito salta

Al centro della protesta l’operazione GazzaBet che assocerebbe il nome della prestigiosa testata a gestori del business di scommesse sportive

di Teresa Nappi
28 gennaio 2014
Gazzetta.it-hp

Era annunciato per oggi il debutto del nuovo Gazzetta.it. Peccato che gli utenti che erano in attesa di scoprirlo e navigarlo, stamattina si sono dovuti arrendere a un posticipo. Una prima mancata, fatta saltare da uno sciopero dei giornalisti annunciato sul sito della Rosea da un comunicato del Comitato di Redazione.

La causa scatenante della “rivolta” sarebbe l’operazione GazzaBet, per mezzo della quale il nome di Gazzetta verrebbe associato a gestori di scommesse sportive. Nello specifico, il comunicato del CdR recita:

Cari lettori, martedì 28 gennaio non troverete in edicola la Gazzetta dello Sport. E il sito Gazzetta.it, che avrebbe dovuto svelare il suo restyling proprio in questa giornata, non sarà aggiornato. Dopo la serie di comunicati, i volantini e la petizione sul sito change.org, questo è il modo che la redazione della Rosea ha scelto per ribadire la sua contrarietà all’operazione “GazzaBet”, che vedrebbe il nome della Gazzetta associato ai gestori del business delle scommesse sportive. I giornalisti della Gazzetta hanno ritenuto insufficienti le garanzie e le indicazioni presentate dall’Editore in merito all’iniziativa, apprese nella giornata di lunedì 27 gennaio“.

L’attesa dunque si protrae, ma è vero anche che acuisce la curiosità!

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.