Sanremo cala negli ascolti ma conquista i giovani. Bene RaiPlay e social

La serata finale del Festival di Sanremo perde in tv un milione e mezzo di spettatori e circa due punti di share rispetto al 2018. Buoni i dati registrati su Internet

di Andrea Di Domenico
11 febbraio 2019
Mahmood-sanremo-2019-ascolti-
Mahmood premiato a Sanremo (foto Ansa)

Per Sanremo 2019 il weekend conclusivo conferma il trend di ascolti televisivi in calo rispetto all’edizione 2018. 

Analizzando i dati complessivi della manifestazione emerge come Claudio Baglioni non sia riuscito a migliorare i suoi risultati e chiude quindi la sua seconda conduzione con una media di 9,8 milioni di spettatori e con il 49,4% di share.

Rispetto al Festival del 2018, caratterizzato da ascolti record, l’audience è scesa del 10% e la share di 2.9 punti. Come fa notare Publicis Media, se in valori assoluti i 9,8 milioni di spettatori rappresentano il secondo peggior risultato dell’ultima decade, dopo Fazio nel 2014, la share è senz’altro positiva e nello stesso arco temporale soltanto le tre edizioni precedenti hanno chiuso con una media migliore (Conti e lo stesso Baglioni; sotto, il grafico fornito da Publicis Media).

sanremo-10-anni

Si segnala inoltre una decisa crescita del fronte internet, che riguarda sia i dati di RaiPlay, sia l’interazione generata dai festival sui social media.

La serata finale: il picco con Eros Ramazzotti

La serata finale del Festival, che ha incoronato vincitore Mahmood, è stata seguita in media su Rai1 da 10 milioni 622 mila telespettatori con il 56,5% di share. Nel 2018 la finale del primo festival diretto da Claudio Baglioni aveva raccolto una media di 12 milioni 125 mila telespettatori pari al 58,3% di share. Si conferma dunque il trend di ascolti in calo rispetto allo scorso anno (un milione e mezzo di spettatori e circa due punti di share). La finale ha però guadagnato 10 punti percentuali rispetto alla quarta serata del festival, quella dedicata ai duetti (46,1%).

La prima parte dell’ultima serata di Sanremo 2019 (dalle 21:26 alle 23:51) ha avuto 12 milioni 129 mila spettatori con il 53,1%; la seconda (dalle 23:54 all’1:34) 8 milioni 394 mila con il 65,2%. Un anno fa la prima parte della serata finale del festival aveva ottenuto 13 milioni 240 mila spettatori con il 54% di share, la seconda 10 milioni 401 mila con il 68,9%.

Considerando l’edizione bis di Baglioni, solo la serata finale ha superato il 50% di share (56.5%) ma ha comunque perso 1.8 punti rispetto al 2018. Nel dettaglio la terza puntata (46.7%) e la quarta (46.1%) sono quelle con i valori più lontani dall’edizione del 2018; rispettivamente 51.6% e 51.1%.

Come annunciato in conferenza stampa dal vicedirettore di Rai1 Claudio Fasulo, il picco di ascolto in termini di spettatori durante la serata finale del Festival di Sanremo è stato registrato alle 22:10 con 13 milioni 311 mila spettatori mentre Eros Ramazzotti concludeva la sua esibizione; il picco in share all’1:26, con il 73,7%, alla proclamazione del vincitore, Mahmood.

Il profilo degli spettatori: cresce l’appeal sul target giovane

Il profilo dei telespettatori non si è discostato molto da quello della 68esima edizione. Si evidenziano tuttavia risultati contrastanti su due target molto ricercati, i giovani 15-24 anni e le donne 25-54. I primi crescono di 1.8 punti in share rispetto al 2018 e la media finale è del 54.9%, il miglior risultato da almeno 15 anni. Viceversa la share sulle donne 25-54enni è calata di oltre 5 punti.

Performance positive per RaiPlay e social

Dopo aver registrato una raccolta pubblicitaria record di oltre 31 milioni di euro, Sanremo 2019 ha realizzato dunque una performance forse leggermente inferiore alle aspettative per quanto riguarda gli ascolti tv, a cui fanno da contraltare le ottime performance su internet sia su RaiPlay sia sui social, dove Sanremo 2019 è l’edizione più commentata di sempre. Solo l’ultima serata ha generato oltre 4 milioni di interazioni sui social – 15 milioni nelle 5 serate – confermando una crescita del 10% rispetto alla passata edizione.

Su RaiPlay la diretta della serata finale ha generato oltre 844 mila visualizzazioni, con un aumento di quasi il 50% rispetto al 2018: si tratta, fa sapere l’ufficio stampa della Rai, dell’evento televisivo più seguito di sempre in diretta streaming su RaiPlay. Il consumo di contenuti on demand del Festival di Sanremo ha fatto registrare 6,1 milioni di visualizzazioni tra il 5 e il 9 febbraio.

Per quando riguarda i social, invece, secondo i dati in dettaglio forniti da Publicis Media, tra i canali ufficiali della kermesse Instagram è quello che cresce maggiormente con oltre 67 mila nuovi follower e più di 370 mila interazioni. Per il social network i dati relativi a tasso di coinvolgimento e nuovi fan rispecchiano i primi due posti del podio finale, occupati dal profilo ufficiale di Mahmood e di Ultimo che ottiene la leadership anche in relazione al totale interazioni, con oltre 3 milioni di interazioni durante la kermesse.

Sanremo-Social

E’ un bilancio quindi a tinte contrastate quello del secondo Festival di Claudio Baglioni, che nella conferenza stampa di chiusura ha aperto uno spiraglio sulla possibilità di condurre una terza edizione della kermesse come direttore artistico, ma al momento senza sbilanciarsi. “Tanto lavoro ci sarebbe da fare e mi piacerebbe perfino farlo – ha detto il cantante -. Ma ma non ne ho la minima idea, perché il troppo storpia, anche se è bello e faticoso”.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.