Sanremo: dall’Ariston ai social. L’edizione 2014 è crossmediale

Stamattina la conferenza stampa di presentazione, in cui sono stati anche ufficializzati i quattro main sponsor: Conad, Dash, Findus e Suzuki. Investiranno nella partnership 4 milioni di euro ciascuno

di Alessandra La Rosa
10 febbraio 2014
Sanremo 2014
Un momento della conferenza stampa

Sarà vero che non si torna sul luogo del delitto, soprattutto quando è stato un delitto perfetto, ma Fabio Fazio sulla scena (anzi, sul palco) del delitto ci è tornato eccome, addirittura per la quarta volta, la seconda in compagnia di Luciana Littizzetto. Stiamo parlando della conduzione del Festival di Sanremo, l’appuntamento con la Canzone Italiana che ogni anno fa cantare e discutere gli italiani, e che anche quest’anno torna su Rai1 dal 18 al 22 febbraio.

Presentata stamattina con una conferenza stampa, la nuova edizione del Festival si pone obiettivi ambiziosi: l’intenzione infatti è quella di ripetere il successo dello scorso anno, quando era stata registrata una media del 47% di share. E in effetti, gli ingredienti per un’edizione “positiva” ci sono tutti, a partire dalla coppia di conduttori. Per i Campioni al centro, come nella scorsa edizione, le ventotto canzoni in gara, selezionate dalla Direzione artistica, con la collaborazione del Direttore Musicale Mauro Pagani, per le Nuove Proposte invece saliranno sul palco dell’Ariston otto cantanti. In più ciascuna delle cinque serate del Festival sarà preceduta, in anteprima, da un filmato girato e montato dal “testimone” Pierfrancesco Diliberto, in arte Pif. Uno sguardo curioso, tagliente e insieme affettuoso sul nazional-popolare.

Grande spazio sarà dato al web e ai social network, nell’ottica di una fruizione del Festival crossmediale. Quest’anno infatti alle interviste a caldo in diretta con i cantanti in gara si aggiunge #DopoFestival, in esclusiva dentro la nuova Social Tv di Rai, che consentirà agli utenti di partecipare e commentare le serate sanremesi. La ricca offerta web prevede inoltre gli highlights delle esibizioni disponibili in tempo reale e le clip esclusive che raccontano il backstage e gli aspetti meno noti della complessa macchina del Festival. Tutto questo attraverso il sito ufficiale del programma, il portale Rai.tv e l’App Rai.tv, gratuita, scaricata già da circa 4,5 milioni di utenti.

La scenografia dell’Ariston

Le dirette streaming

Sul portale www.rai.tv e tramite l’App Rai.tv disponibile su tablet e smartphone (iOS, Android, Windows 8) e Smart.tv (Samsung) gli utenti potranno seguire in diretta streaming le cinque serate con possibilità di selezionare gli highlights prodotti in tempo reale e rivedere i migliori momenti dello spettacolo; la tradizionale conferenza stampa delle ore 12.00 diffusa esclusivamente sul web; le interviste a caldo all’interno della nuova Social Tv, con gli artisti appena scesi dal palco, realizzate da Federica Gentile nella Green Room del Teatro Ariston; e il #DopoFestival, sempre all’interno della nuova Social Tv. Inoltre, ogni sera, al termine della messa in onda sul piccolo schermo, protagonisti e addetti ai lavori saranno intervistati da Filippo Solibello e Marco Ardemagni, conduttori di “Caterpillar AM”, per commentare gli eventi appena andati in onda. Gli utenti connessi potranno fruire contestualmente di contenuti esclusivi e partecipare a sondaggi.

Il sito di Sanremo

Il sito ufficiale del Festival, integrato con il blog dedicato, sarà aggiornato costantemente con le ultime notizie, i video esclusivi con le interviste ai protagonisti, i backstage dal Teatro Ariston, le interviste in diretta con i cantanti e con gli ospiti delle serate.

La nuova Social Tv Rai

All’interno dell’App Rai.Tv, gratuita e accessibile da tablet e smartphone, sarà disponibile la nuova Social Tv Rai, dove gli utenti potranno vedere e commentare le interviste a caldo con gli artisti e il #DopoFestival. Sul web il servizio di Social Tv di Rai sarà accessibile dal sito www.sanremo.rai.it, i portali www.rai.it e www.rai.tv.

Il Festival sui Social Network

Il festival sarà raccontato e vissuto anche attraverso i profili ufficiali: Facebook Sanremo; Twitter Sanremo; Facebook Rai.tv; Twitter Rai.tv; Google+ Rai.tv; Facebook Rai1 e Twitter Rai1.

L’offerta pubblicitaria

Un’edizione particolarmente onerosa? Interrogato in conferenza stampa sull’argomento costi, il direttore di Rai1 Giancarlo Leone è apparso particolarmente sereno: «Sono stati già coperti da alcune settimane grazie a pubblicità e sponsor. Ad oggi, quindi, il Festival è a costo zero, forse alla fine potremo dire anche che ha prodotto degli utili. Come negli anni scorsi il costo totale, comprensivo dei 7 milioni della convenzione con il comune di Sanremo – rinnovata per altri tre anni -, è di 18 milioni». Ufficializzati, in sede di presentazione del Festival, anche i nomi dei quattro main sponsor, che saranno Conad, Dash, Findus e Suzuki, ognuno dei quali avrebbe investito in questa partnership poco più di 4 milioni di euro ciascuno, stando ai listini ufficiali pubblicati sul sito di Rai Pubblicità.

Di questa cifra complessiva, la componente online è quantificata in 380 mila euro a cliente, offrendo nel dettaglio un quarto del traffico disponibile posizionato sul sito dedicato, sulla fruizione live, on demand, replay, web e mobile sui siti Rai.it e Rai.tv.

 

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.