San Valentino: 5 consigli per le aziende per “farsi trovare” online

Google conferma il proprio impegno verso le PMI e distribuisce alcuni suggerimenti su come approfittare dell’occasione per avere visibilità e guadagnare nuovi clienti

di Teresa Nappi
11 febbraio 2016
s-valentino-Google-PMI

Con l’attenzione generale rivolta a trovare nuovi clienti per San Valentino, distinguersi online non è mai stato così importante. Per questo Google ha voluto offrire un supporto extra alle aziende presenti sul web: ecco 5 consigli e indicazioni per trovare nuovi clienti e farsi trovare più facilmente in occasione della festa degli innamorati. 

1. Le persone sono in cerca di ispirazione

Ogni anno, le ricerche delle keyword “regali per lui” e “regali per lei” hanno un picco prima e durante San Valentino: assicuratevi di includerli nella vostra inserzione.

2. Divertimento in casa

Non tutti pensano di uscire la sera di San Valentino. L’anno scorso, la ricerca “Cosa fare a casa per San Valentino” è cominciata già il 4 gennaio.

3. Dalla parte dei single

Perché non approfittare della stagione dell’amore per organizzare una serata speciale solo per i single? Nel 2015 la ricerca “San Valentino per single” è cominciata il 18 gennaio, mentre “eventi per single” ha raggiunto un picco nel periodo 8-14 febbraio.

4. L’amore non finisce

Il periodo di San Valentino non è l’unico a risvegliare le passioni. L’anno scorso le ricerche su YouTube con la parola “romantico” hanno avuto un picco verso metà febbraio, ma anche a Pasqua e nella prima settimana di novembre.

5. Nessun luogo è come casa

San Valentino è decisamente un’opportunità grande come un cuore per le attività locali. Per esempio, nel 2015 il 39% delle persone che hanno cercato negozi vicini lo hanno fatto con un preciso intento di acquisto o per pianificare un’attività. Le ricerche “ristoranti” hanno raggiunto due picchi, il più alto nel periodo 8-14 febbraio, il secondo dal 27 dicembre al 2 gennaio. Assicuratevi che la vostra attività sia nel luogo giusto al momento giusto, sia che si tratti di raggiungere le persone online quando cercano una fuga romantica, sia se vogliono prenotare un tavolo per due nel locale sotto casa.

Focus mobile

Ormai le persone non vanno online, ma vivono online. Questo rende sempre più importante essere presenti nei momenti, brevi ma significativi, in cui avviene la decisione di acquisto:

  • Il numero di volte in cui mediamente consultiamo il cellulare è 150 al giorno.
  • Il 91% delle persone si rivolge al proprio smartphone per una ricerca mentre è impegnata in un’altra attività.
  • Il 61% ha fatto ricerca su mobile prima di effettuare un acquisto.
  • L’82% di chi visita un negozio consulta lo smartphone subito prima di acquistare.

RICEVI GRATUITAMENTE LA NOSTRA NEWSLETTER

Ti chiediamo il consenso per il trattamento dei dati personali diretto all’invio di newsletter editoriali, o altre informazioni di carattere informativo e promozionale riguardanti Engage e Società Partner, in conformità con la nostra Privacy Policy.

Acconsento
Non acconsento

Ricevi anche la newsletter di Programmatic-italia.com

Cliccando su Iscriviti, riceverai da Engage.it la nostra newsletter quotidiana e qualche mail promozionale ogni tanto. Potrai cambiare le tue impostazioni quando vuoi e non cederemo mai a terzi i tuoi dati.